Guardiola a Mendy: “Usa meno i social”. E lui risponde su Twitter

Pep dopo la partita vinta con l'Arsenal alla prima giornata di Premier League parla del francese: "A volte lo vorremmo uccidere, altre volte dimostra che gran giocatore sia".

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Non può certo lamentarsi, Pep Guardiola, per il debutto del suo Manchester City nella Premier League 2018/2019. I Citizens (già vincitori del Community Shield contro il Chelsea di Sarri) sono infatti ripartiti da dove avevano lasciato l'anno scorso, vincendo in casa dell'Arsenal per 2-0, grazie alle reti di Sterling e Bernardo Silva.

Al termine della gara l'allenatore catalano si è detto molto soddisfatto del lavoro dei suoi ragazzi, sottolineando però come dopo una sola giornata di campionato ci siano ancora cose da migliorare.

Guardiola poi si è concentrato in particolare su un suo giocatore, il francese Benjamin Mendy, autore tra l'altro dell'assist per il secondo gol rifilato ai Gunners. Per l'esterno acquistato dell'estate del 2017 dal Monaco per 57,5 milioni, Pep ha usato il metodo "bastone e carota" nel corso della conferenza stampa post-partita:

Mendy è Mendy. A volte vorremmo ucciderlo, a volte pensiamo "wow, che giocatore abbiamo". Lui ci dà energia, ma ha molte cose da imparare. Speriamo di convincerlo a usare un po' meno i social e concentrarsi di più su quel che deve fare.

Siparietto social tra Guardiola e Mendy

L'allenatore del Manchester City ha provato così a spronare il suo giocatore, condizionato pesantemente nel suo primo anno in Premier League da un infortunio al legamento crociato che lo ha tenuto fuori praticamente per tutta la stagione. E la replica di Mendy non si è fatta attendere, anche se paradossalmente è arrivata proprio attraverso l'utilizzo dei social network.

Il francese di origini senegalesi ha preso con il sorriso la critica costruttiva di Guardiola, commentando con due "cinguettii" la frase del tecnico nei suoi confronti ripresa dall'account Twitter dei Citizens. Prima ha replicato semplicemente con un "Ops", accompagnato da un'emoticon imbarazzata. Poi ha aggiunto un commento: "Lo prometto", stavolta con l'emoticon sorridente e un cuore azzurro come il Manchester City. Chissà se Guardiola apprezzerà i propositi e la buona volontà, anche se manifestati proprio attraverso i tanto "odiati" social network.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.