Barcellona, Messi supera Iniesta: è il blaugrana più vincente di sempre

Con la vittoria della Supercoppa spagnola l'argentino centra il 33esimo trofeo con i catalani superando il suo ex-capitano volato in Giappone.

Lionel Messi alza la Supercoppa spagnola Getty Images

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Messa alle spalle un Mondiale estremamente deludente tanto per lui quanto per l'Argentina, Lionel Messi è tornato a Barcellona. Inserito di nuovo nel contesto che lo ha consacrato come uno dei più grandi calciatori della storia, ha ripreso una piacevole abitudine: vincere e alzare trofei. 

La vittoria della Supercoppa spagnola, conquistata dai catalani in rimonta contro un coriaceo Siviglia piegato dalle reti di Piqué e Dembélé, non è soltanto il modo migliore per mettersi alle spalle la brutta esperienza rimediata in Russia con la Nazionale, ma il modo migliore per cominciare una nuova stagione e per entrare nella storia del Barcellona: quello alzato da capitano nella serata di Tangeri è infatti il 33esimo trofeo conquistato in carriera da Messi in maglia blaugrana. Ora è lui il calciatore blaugrana più vincente di sempre.

La Pulce ha infatti distaccato il suo vecchio capitano e mentore Andrés Iniesta, volato in Giappone a chiudere una carriera straordinaria e fermo a 32 titoli vinti, e ad appena 31 anni ha tutto il tempo per riempire ulteriormente una bacheca che già trabocca di titoli e che dovrebbe più di ogni altra cosa mettere a tacere i detrattori sulla grandezza di una carriera che, se è vero che lo ha visto mancare una vittoria importante con la Nazionale, gli ha permesso di entrare senza alcun dubbio nella storia del calcio come pochi tra quelli che lo hanno preceduto.

Barcellona, Messi supera Iniesta: è il blaugrana più vincente di sempre

Lanciato in prima squadra da Frank Rijkaard nel lontano 2004, anno in cui il mondo cominciò a parlare di questo giovanissimo fenomeno pescato dal Barca nelle giovanili del Newell's Old Boys, Lionel Messi ha condiviso l'intera carriera in blaugrana con Andrés Iniesta, tre anni più grande di lui: insieme hanno rilanciato il Barcellona nell'élite del calcio spagnolo e mondiale, stelle di un collettivo impressionante che ha forse toccato il suo apice sotto la guida di Pep Guardiola ma che anche negli anni successivi ha continuato a mietere trionfi.

Messi e Iniesta hanno vinto tutto quello che potevano vincere a livello di club, e lo hanno fatto insieme: il primo trionfo è stato la conquista della Liga 2004/2005, seguito poche settimane dopo dalla vittoria della Supercoppa spagnola nella doppia sfida contro il Betis: era il Barca allenato da Rijkaard e che in campo schierava fenomeni del calibro di Puyol, Deco, Xavi, Eto'o e Ronaldinho, il campione a cui Leo avrebbe preso il posto.

Negli anni successivi il Barcellona ha cambiato interpreti, alternando tra loro talenti indiscutibili, ma i punti fermi - soprattutto dopo i ritiri di Puyol e Xavi - sono sempre rimasti loro, Iniesta e Messi, rispettivamente architetto e finalizzatore: a oggi l'argentino, primo grande interprete del ruolo di "falso nueve" disegnato per lui da Guardiola, ha giocato con la maglia del Barca 638 partite realizzando 552 gol

Messi e IniestaGetty Images
Messi e Iniesta hanno avuto una carriera in parallelo con la maglia del Barcellona e insieme hanno vinto 32 trofei a livello di club.

E pazienza se contro il Siviglia la Pulce non è riuscito a lasciare il segno: per mettere il pallone in fondo al sacco c'è sempre tempo e, soprattutto, non è mai bastato a convincere i suoi detrattori, che lo hanno spesso accusato di essere in possesso di scarsa personalità, di non saper essere quel trascinatore che è stato, ad esempio, Diego Armando Maradona.

Adesso che indossa la fascia di capitano del club che lo ha reso grande Lionel Messi ha la possibilità di limare anche questo - possibile - difetto. Intanto, per lui, parlerà la bacheca, riempita con:

  • 9 vittorie nella Liga
  • 8 Supercoppe di Spagna
  • 6 Coppe del Re
  • 4 Champions League
  •  3 Supercoppe UEFA
  •  3 Coppe del Mondo per club.

33 trofei, oltre agli svariati premi individuali tra cui spiccano 5 vittorie come miglior marcatore della Liga e altrettanti Palloni d'Oro. La Supercoppa di Spagna 2018 lo ha reso il calciatore più vincente nella storia del Barcellona, permettendogli di staccare l'amico e maestro Iniesta e segnando l'inizio di un nuovo capitolo nella sua straordinaria storia. Cosa riserverà il futuro non è possibile saperlo, ma c'è da scommettere che la coppa alzata da capitano nella serata di Tangeri non resterà di certo l'ultima.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.