Sergio Ramos si inchina a Maldini prima di alzare il Trofeo Bernabeu

Il difensore del Real Madrid si è tolto il capello davanti alla leggenda rossonera, ribadendo ancora una volta la sua ammirazione per l'ex capitano del Milan.

30 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un buon test, in una cornice prestigiosa: nonostante la sconfitta per 3-1, il nuovo Milan della gestione americana esce a testa alta dallo stadio dei Blancos. Ottimi segnali da Higuain e Romagnoli, da rivedere qualche altra pedina, ma tutto sommato il risultato sembra piuttosto bugiardo. Poco importa, è stata messa benzina nelle gambe. Meglio: diesel. "Serve tempo per costruire una squadra vincente", è il mantra che ripete Gattuso, è il mantra che ripete anche Maldini.

Proprio il nuovo dirigente rossonero, a fine partita, è diventato protagonista a sua insaputaSergio Ramos, infatti, ha ricevuto in mano il trofeo dall'ex capitano del Milan. Per il difensore dei Blancos, Maldini è un mito: "Per me Paolo è sempre stato un esempio, quando ho iniziato la carriera era un punto di riferimento", dichiarava in un'intervista alla Gazzetta dello Sport. Quando si è trovato davanti il suo idolo, anche un difensore capace di vincere tre Champions League consecutive non ha saputo resistere: giù il cappello e inchino davanti a Maldini, leggenda della difesa.

Un gesto con un alto tasso simbolico, che ha fatto il giro del mondo ed è tornato indietro, sul sorriso dell'ex capitano del Milan. Un momento di grande calcio estivo. Dopo il match, ai microfoni di Milan Tv, Maldini ha commentato l'episodio: "Sergio Ramos ha sempre dichiarato che sono il suo idolo. Attualmente è il centrale il più forte del mondo". Stima reciproca.

Sergio Ramos tra l'inchino e la maglia di Maldini

Sergio Ramos, nel corso degli anni, ha più volte manifestato la sua ammirazione nei confronti di Maldini. E non potrebbe essere altrimenti: l'ex capitano rossonero è chiamato in causa molto volte, quando si parla di idoli. Tra carisma, trofei e qualità tecniche, a detta di molti è stato uno dei migliori della storia per distacco. La pensa così anche il capitano dei Blancos, che tiene anche un prezioso cimelio.

"Ho la sua maglia, la conservo con affetto", come se fosse un fan qualunque, come se non fosse egli stesso, a sua volta, uno dei difensori più vincenti della storia. Ma prima di lui c'era Paolo Maldini, la leggenda, l'idolo, l'esempio. Il giocatore davanti al quale non si può fare altro che inchinarsi. Sergio Ramos lo sa, si toglie il cappello prima di alzare l'ennesimo trofeo. In attesa del prossimo incontro...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.