Milan, Locatelli dal gol alla Juve all'addio: va al Sassuolo

Affare pronto a decollare con la formula del prestito oneroso da 2 milioni di euro con obbligo di riscatto fissato a 10 milioni: il regista non ha mantenuto le attese.

672 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ventidue ottobre 2016. Milan-Juventus 1-0: a spingere in alto i rossoneri di Vincenzo Montella è un gran destro di Manuel Locatelli, che dall'incrocio destro delle linee di ingresso in area di rigore batte un totem come Gianluigi Buffon e trova la sua prima rete in Serie A. Da sogno, a 18 anni sulla carta d'identità e con le redini di una delle mediane più gloriose del mondo tra le mani.

Agosto 2018. Il 20enne Manuel è pronto a salutare casa Milan, direzione Sassuolo. In Emilia Locatelli arriverà con la formula del prestito oneroso da 2 milioni di euro con obbligo di riscatto fissato a 10 milioni. Complessivi 12 milioni, ai quali sommare altri 2, valore del bonus legato al rendimento. Il costo totale dell'affare, quindi, potrebbe raggiungere i 14 milioni. Nell'anatomia di questo divorzio, sebbene potenzialmente temporaneo, ci sono delle promesse non mantenute. Tecniche e di crescita.

L'esperienza di Locatelli in rossonero si interrompe dopo due stagioni e mezzo in prima squadra. L'esordio era arrivato nell'annata 2015/2016 contro il Carpi a San Siro. Battesimo verso un'annata da protagonista agli ordini di Montella: segno del destino, la prima rete in Serie A era arrivata il 2 ottobre 2016 contro il Sassuolo, in una rimonta interna chiusa sul 4-3 per il Milan. Tre settimane dopo, la rete alla Juventus che permise alla squadra di Montella di arrivare a -2 dai bianconeri di Allegri. Quel destro sotto l'incrocio, però, più che la rampa di lancio verso la gloria ha rappresentato un fardello da onorare. Troppo pesante.

2 ottobre 2016, Manuel Locatelli festeggia un gol in Milan-Sassuolo 4-3Getty Images
2 ottobre 2016, Locatelli festeggia una rete in Milan-Sassuolo 4-3

Calciomercato Milan, la parabola di Locatelli: dalla rete alla Juve all'addio verso Sassuolo

Lunedì prossimo Locatelli sosterrà le visite mediche e potrà poi essere a disposizione di Roberto De Zerbi: Sassuolo potrebbe rappresentare la dimensione ideale per rilanciare ambizioni e qualità di un 20enne che nella scorsa stagione è stato impiegato con maggiore costanza in Europa League piuttosto che in Serie A, dove su 21 apparizioni appena 5 volte è partito tra i titolari.

@acmilan @spursofficial #usbankstadium#icc2018

A post shared by Manuel Locatelli (@locamanuel73) on

Anche il precampionato del Milan ha confermato come Manuel fosse nelle ultime posizioni nelle gerarchie di Gattuso. La sensazione è che Locatelli abbia pagato la mancata crescita, o almeno una maturazione in linea con il tentativo di rilancio delle ambizioni rossonere.

Leonardo avrebbe voluto trattenerlo a Milanello per dargli un'altra chance ma gli spazi per il giocatore, complice anche il prossimo arrivo di Tiémoué Bakayoko dal Chelsea, si sono ulteriormente ridotti. Meglio allora ripartire dalla provincia. Per tornare poi magari grande in città.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.