LeBron James tra i produttori di un documentario su sport e politica

Il neo-acquisto dei Lakers continua a disimpegnarsi alla grande anche fuori dal court: in cantiere la produzione di un documentario sul connubio sport e politica.

LeBron James con indosso la casacca dei Cavaliers Getty

181 condivisioni 0 commenti

di

Share

Istancabile LeBron James. La neo-ala dei Los Angeles Lakers, protagonista di uno dei trasferimenti più clamorosi della storia dell'NBA durante le scorse settimane - quando annunciò il suo addio ai Cavaliers di Cleveland -, sarà infatti tra i protagonisti del documentario Shut Up and Dribble. Una produzione targata Showtime, e che vedrà il trentatreenne tra i finanziatori di un progetto che verterà sull'influenza degli atleti nello scenario politico attuale.

L'annuncio, diramato dal presidente e CEO di Showtime David Nevins lunedì scorso durante una tappa del TCA summer press tour, ha reso note anche alcune delle tematiche toccate dal documentario, che sarà diviso in tre parti. Prologo della produzione sarà il rifiuto dell'invito a presenziare alla Casa Bianca da parte dei giocatori dei Golden State Warriors, in aperto disaccordo con le politiche del presidente Donald Trump. Seguirà una cronistoria dettagliata dell'NBA e dei ruoli dei suoi protagonisti a partire dal 1976, anno in cui avvenne la fusione con l'ABA, acronimo di American Basketball Association e che altro non era se non la maggior concorrente della National Basketball Association in quel periodo.

Nell'opera prodotta anche da LeBron James vi sarà modo di capire meglio come l'NBA divenne presto una sorta di vetrina per molti atleti, che riuscirono spesso e volentieri ad utilizzare l'eco della lega per per far crescere i propri business fuori dal campo, divenendo così gli antenati degli influencer. Anche la trasformazione dei giocatori in vere e proprie icone della cultura mainstream sarà uno dei temi portanti della produzione, che come chiarito da Nevins stesso avrà proprio l'ex Cavaliers tra i suoi perni.

Se essere un atleta stellare rappresenta già di per sé una esperienza politica, con Shut Up and Dribble ci siamo posti l'obiettivo di raccontare una storia complessa e drammatica, che si snoda tra passato e presente e tra una visione fatta di vari dentro-fuori. LeBron James è uno dei tanti protagonisti che, sotto ai riflettori, ha preferito l'introspezione al silenzio: ecco perché si tenterà di portare lo spettatore ad un livello discorsivo più elevato, piuttosto che fermarsi meramente al concetto contenuto nel titolo del documentario.

LeBron James fuori dal parquet: le altre opere

Non è la prima volta, tuttavia, che LeBron si rende protagonista come produttore: anche lui, infatti, può essere annoverato tra le menti dietro The Wall, noto quiz televisivo sbarcato pure in Italia. E non solo: l'ex Cavaliers può vantare la proprietà della casa di produzione SpringHill Entertainment, fondata assieme al suo manager e partner d'affari Maverick Carter. Proprio quest'ultimo, inoltre, sarà anch'egli parte del team dietro a Shut Up and Dribble. SpringHill che si è dedicata a diverse produzioni con retrotrama sportiva, come ad esempio il documentario Disney XD Becoming.

Non bisogna poi dimenticare le altre firme sulla sitcom targata Starz Survivor's Remorse e la webserie animata The LeBrons. Sicuramente, però, il suo lavoro più importante in tal senso è rappresentato da The Carter Effect, produzione presentata al Toronto International Film Festival del 2017 e che vede James ed il fido compagno di business Carter tra i produttori esecutivi assieme al famoso rapper Drake.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.