Napoli, niente campagna abbonamenti: lavori in corso al San Paolo

La società partenopea polemica sugli interventi da attuare nello stadio per le Universiadi: "Non sono stati comunicati cronoprogramma dei lavori e progetto".

822 condivisioni 0 commenti

di

Share

Tra lo stadio San Paolo e il Napoli non c'è proprio feeling in quest'avvio di stagione 2018/2019. Dopo le polemiche del presidente azzurro Aurelio De Laurentiis, che aveva lamentato le cattive condizioni dell'impianto di Fuorigrotta, la società ha ufficializzato una scelta che lascia con l'amaro in bocca migliaia di tifosi: per il campionato che verrà non sarà prevista alcuna campagna abbonamenti.

La scelta del Napoli è maturata a seguito della condizione di incertezza provocata dai lavori programmati al San Paolo per le Universiadi in programma nella prossima estate nel capoluogo campano. Nel comunicato ufficiale del club emerge però una vena polemica, indirizzata evidentemente all'amministrazione comunale.

Nel mirino del Napoli ci sono i tempi e le modalità di attuazione dei lavori necessari per le Universiadi, che comporteranno la cantierizzazione dell'impianto di gioco casalingo per Hamsik e compagni, impegnati nella prossima stagione agli ordini di Carlo Ancelotti in campionato, Champions League e Coppa Italia. Troppe incognite che hanno spinto la società a non calendarizzare una campagna abbonamenti:

Nonostante l’inizio delle Universiadi sia prevista per l’estate 2019, alla SSC Napoli non è stato comunicato né il cronoprogramma dei lavori né, tantomeno, il progetto che le competenti amministrazioni intendono realizzare. A causa del totale stato di incertezza descritto, al fine di evitare disagi ai tifosi, la SSC Napoli ha ritenuto opportuno non avviare la Campagna Abbonamenti per la stagione 2018/2019.

Napoli, troppa incertezza per i lavori al San Paolo: niente campagna abbonamenti

Assenza di una data esatta per l'avvio del cantiere e di una durata certa degli interventi di adeguamento e ristrutturazione della struttura: per questo il Napoli ritiene che il San Paolo non offra certezze tali per la prossima stagione da avviare una campagna abbonamenti, che nella scorsa stagione aveva fruttato 5.888 tagliandi staccati in anticipo. Un dato certo non paragonabile a quello totalizzato da Juventus, Inter e Milan, che aveva fatto di quello partenopeo il penultimo club della Serie A per quota abbonati. A chi aveva dato fiducia a inizio annata alla causa del Napoli, però, il club di De Laurentiis garantisce un diritto di prelazione:

La SSC Napoli garantirà agli abbonati della stagione 2017/2018 il diritto di precedenza sull’acquisto del biglietto di ogni singolo evento sia di Campionato che di Coppa Italia che di tutte le competizioni UEFA, non necessariamente nello stesso posto della precedente stagione, in relazione ai lavori che saranno effettuati nello stadio. 

Una decisione assunta per evitare disagi ai tifosi. Il Napoli l'anno prossimo non avrà quindi abbonati sugli spalti dello stadio amico: per l'ennesima volta il San Paolo diventa arena di scontro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.