Calciomercato Inter: ore decisive per Modric

Il Real Madrid prende tempo e gioca su due tavoli: spera di convincere il croato a rimanere, ma nel frattempo si guarda in giro in cerca di un sostituto.

948 condivisioni 0 commenti

di

Share

È una questione di strategie. Da una parte quelle, così diverse, di Luka Modric e di Mateo Kovacic: l'ex interista si è visto costretto a puntare i piedi e rifiutare di allenarsi per farsi ascoltare, mentre il primo sa di non averne bisogno. Il carisma e il peso di cui dispone gli consentono di mantenere un atteggiamento professionale e rispettoso dei ruoli. Almeno per ora.

Dall'altra c'è quella che Florentino Perez sta dettando al calciomercato del Real Madrid: su questo tavolo si gioca con il tempo che passa e gioca a nostro favore, su quello però ci si copre le spalle e si cerca un sostituto perché, se Modric se la vuole giocare fino in fondo, non possiamo farci trovare impreparati.

Sono ore decisive insomma, al Real Madrid e, di conseguenza, all'Inter. Modric ha chiesto da oltre una settimana un colloquio col presidente e attende educato: per ora gli hanno aperto la porta del vice, Jose Angel Sanchez. Un incontro interlocutorio, una schermaglia che non ha avuto esito, e non poteva averlo, ma è servita al club per esplorare le reali intenzioni del croato. Ora la partita di calciomercato si gioca sul filo.

Modricgazzetta della sport

Calciomercato Inter: ore decisive per Modric?

Quel che è certo è che, proprio per il carisma e il peso di Modric nel sistema Real, Florentino non potrà sottrarsi ancora a lungo. Dopo aver spedito il croato da Sanchez mercoledì e aver dedicato il giovedì alla presentazione di Courtois, dovrà trovare il tempo per affrontare la questione e sa che non potrà più nascondersi dietro la clausola rescissoria da 750 milioni.

ModricGetty Images

Florentino: una questione di immagine

Se è vero che dopo l'ultima Champions League Perez si era lasciato scappare una promessa di via libera "amichevole", ora Modric ne attende a piè fermo la formalizzazione, anche se di sicuro il presidente proverà a contrastare l'offerta nerazzurra - 60 milioni per 6 stagioni fra Inter e Jiangsu - ma senza fare follie per un giocatore importantissimo quanto si vuole, ma pur sempre di 33 anni. L'impressione è che per Florentino si tratti soprattutto di una questione di immagine: abituato ad attirarli i grandi nomi, stenta ad accettare questa estate u-turn, nella quale dopo Zidane e Cristiano Ronaldo rischia di perdere anche Modric, per non parlare degli strepiti di Kovacic e di quelle voci fastidiose su Marcelo alla Juventus.

Luka a carte coperte

A questo punto la cosa che davvero conterà sarà la volontà di Modric. Il croato finora ha tenuto le carte ben coperte: quando dovrà scoprirle sarà chiaro se sta giocando al rialzo o se davvero vuole l'Inter. Nel secondo caso Florentino non potrà fare altro che fissare un prezzo in linea con l'età del suo numero 10 e scatenare i suoi alla ricerca di un sostituto all'altezza. Il più accreditato fra i media spagnoli è Thiago Alcantara, anche perché Milinkovic-Savic è ritenuto troppo caro ed Eriksen sta in Premier League dove il calciomercato ha appena chiuso i battenti. La partita è aperta.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.