"A mai più": tifosi del Milan salutano Kalinic, ma è quello sbagliato

Nelle ore del passaggio dell'attaccante rossonero all'Atletico Madrid, tanti tifosi hanno subissato di insulti e inviti ad andare via il cestista omonimo del Fenerbahçe.

199 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ti chiami Nikola Kalinic, sei croato, hai 30 anni, di professione fai l'attaccante e ti sei appena trasferito dal Milan all'Atletico Madrid. Ti chiami Nikola Kalinic, hai 27 anni, sei serbo e nella vita sei un cestista professionista legato al Fenerbahçe dal 2015. C'è un momento nel quale le carriere dei due Kalinic, tra il pallone da calcio e la palla a spicchi, si incrociano. La colpa? Di due account Twitter praticamente omonimi.

L'attaccante arrivato nella Milano rossonera nell'estate 2017 dalla Fiorentina, fresco vice-campione del mondo, ha infatti deluso le attese nella prima stagione al Milan: 41 presenze tra campionato e Europa condite da appena 6 reti e un amore mai sbocciato con il pubblico di San Siro. Numeri che l'avevano portato in lista di sbarco già prima dell'arrivo di Gonzalo Higuain agli ordini di Gattuso. Con il beneplacito della tifoseria e dell'allenatore.

Nei giorni che hanno preceduto il suo passaggio all'Atletico Madrid di Diego Simeone, il Kalinic con scarpe bullonate ai piedi è stato tempestato di messaggi e "caldi" inviti a lasciare il Milan su Twitter. "Quando vai via", "a mai più" e "non ti rimpiangeremo" i testi più gettonati. Peccato che in buona parte dei casi a ricevere il tag - che indirizza di fatto i 140 caratteri a disposizione degli utenti - è stato il Nikola Kalinic nato a Subotica l'8 novembre 1991, che di professione fa il cestista e gioca in Turchia. Un equivoco che ha spinto il tesserato del Fenerbahçe a fare chiarezza in rete. Ovviamente con un tweet: "Non sono un calciatore".

Calciomercato Milan, addio Kalinic: su Twitter è tag al Nikola sbagliato

Pagato 25 milioni un anno fa, il Nikola Kalinic rossonero è passato ai colchoneros per 15: una minusvalenza che è stata però compensata nelle casse del Milan dal risparmio sull'ingaggio superiore ai 3 milioni a stagione che il calciatore croato avrebbe percepito fino al 2020. La trattativa con l'Atletico è andata avanti per tre settimane, rischiando anche il dietrofront per le difficoltà nel passaggio di Gameiro da Madrid al Valencia. L'attesa ha portato più di qualche tifoso a credere che fossero le resistenze del centravanti a mettere in discussione l'affare. Così sono nati i commenti poco simpatici sulla bacheca del cestista del Fenerbahçe. Che ha risposto con l'arma dell'ironia:

Con l'ufficialità del trasferimento in Spagna del suo omonimo calciatore, per il Nikola Kalinic alto 203 centimetri termineranno anche le disavventure social. Per il centravanti, invece, si tratta del secondo caso mediatico dell'estate: già a giugno, quando era stato rimandato a casa dalla Russia dal suo ct Zlatko Dalic per aver rifiutato l'ingresso in campo nel finale di Croazia-Nigeria, era stato subissato di parole poco dolci da parte dei suoi tifosi su Twitter e Instagram. Allora l'account era stato quello giusto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.