Serie A, caso plusvalenze fittizie: processo Chievo solo a settembre

Il giudizio ci sarà a campionato iniziato perché il Tribunale Federale adesso va in ferie. Tempi lunghi e nessuna retrocessione in Serie B.

Serie A, il presidente del Chievo Campedelli: processo solo il 12 settembre Getty Images

168 condivisioni 0 commenti

di

Share

Chievo Verona a processo, sì, ma dopo le ferie. Il caso sulle plusvalenze fittizie slitta ancora. Prima c’era stato il vizio di forma, poi il presidente Campedelli assente (con certificato medico) in aula e ora un altro rinvio al 12 settembre. Ovvero quando la Serie A sarà già iniziata.

Questo cosa significa? Che i clivensi sono “salvi”, nessun rischio retrocessione in B. Con tanti saluti al Crotone che in questi giorni sperava in un veloce giudizio e dunque in un possibile ripescaggio nella massima serie.

Il 12 settembre sarà la data del processo, prima non ci sarà modo. Tribunale Federale chiuso per le vacanze estive. La Serie A sarà già iniziata da 3 turni: per il Chievo sfide alla Juventus, Fiorentina ed Empoli. Con una sicurezza: di giocarsi sino alla fine il massimo campionato italiano con o senza penalizzazione.

Serie A, il presidente del Chievo Campedelli a processoGetty Images
Serie A, il presidente del Chievo Campedelli: processo il 12 settembre

Serie A, il Chievo a processo: ma solo il 12 settembre

La giustizia italiana funziona così, a farne le spese è anche la Serie A. Si attende ancora il verdetto sul caso delle plusvalenze fittizie del Chievo Verona. Il Tribunale Federale va in ferie, i tempi si allungano. Ritardi su ritardi (l’ultimo è stato “l’improcedibilità”), mentre il Cesena, giudicato per lo stesso reato, veniva penalizzato di 15 punti. I romagnoli, falliti, ripartiranno dalla Serie D, pena praticamente inutile.

Il rinvio a settembre per il Chievo è già una mezza vittoria. Ci saranno forse dei punti di penalizzazione, ma nessuna retrocessione, inattuabile ormai a campionato in corso. Ricordiamo che il club è finito sotto inchiesta per responsabilità diretta (visto il deferimento del presidente Campedelli) e oggettiva (per la posizione degli altri dirigenti).

Serie A, Campedelli del ChievoGetty Images
Serie A, Campedelli presidente del Chievo Verona

Regna il caos

Attenzione però al caso Cesena. Qui si attende la Corte d’Appello Federale che giovedì dovrà esprimersi sul ricorso presentato dall’Entella. Ovvero, il club ligure (ora retrocesso) ha chiesto che la penalizzazione per gli emiliani sia scontata nel campionato appena concluso. Tradotto: Cesena retrocesso ed Entella sempre in Serie B. Una vicenda da seguire perché, in un modo o nell’altro, influenzerà anche la situazione Chievo. In B e in C regna il caos tra processi e mancate iscrizioni, ecco perché il tutto ha portato allo slittamento del via dei campionati.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.