Serie C nel caos, rinviato l'inizio: c'è anche l'ipotesi sospensione

Spostata al 22 agosto la composizione dei calendari, lo start del torneo slitta a inizio settembre: "L’assemblea chiamata a dire se iniziare o meno il campionato".

Serie C, il pallone 2018/2019 Twitter Errea

531 condivisioni 0 commenti

di

Share

In pieno effetto domino, l'estate calda del calcio italiano coinvolge anche e soprattutto la Serie C. Con effetti che potrebbero rivelarsi traumatici per l'intero sistema, perché nell'arco delle ipotesi c'è anche quella della sospensione del campionato. Messa nero su bianco questo pomeriggio dal Consiglio Direttivo della Lega Pro, riunitosi a Firenze.

Che il prossimo campionato di Serie C, a meno di un mese dall'inizio, abbia le sembianze di un'anatra zoppa non è un mistero: le società iscritte, con i ripescaggi di Cavese e Imolese e l'ammissione della Juventus Under 23, sono 56 a fronte dei 60 posti a disposizione, con la situazione di Catania, Novara e Robur Siena - che il Tribunale Federale Nazionale ha ritenuto ripescabili in Serie B - ancora al vaglio, e c'è la concreta possibilità che il numero delle partecipanti al prossimo torneo sia ridotto. 

Le novità sostanziali arrivate dall'incontro di Firenze sono due: la prima è nella data di avvio del torneo. Non sarà domenica 26 agosto, ma domenica 3 settembre: uno slittamento legato alla scelta di rimettere la composizione dei calendari 2018/2019, originariamente in programma domani, nelle mani dell'assemblea in programma a Roma il 22 agosto. Quattro giorni non possono essere sufficienti per organizzare gli spostamenti di tre gironi e la vendita dei biglietti. La situazione assume però tinte oscure nelle richieste avanzate dal Consiglio:

• Un sistema di regole che consentano di dare certezza e di avere rispetto per chi investe nel calcio;

• Risorse dai diritti TV della ex Melandri, in rispetto dei principi sanciti dalla legge;

• Riforma dei campionati e di una “sostenibilità” sostanziale e non di facciata o basata su semplici annunci propagandistici.

Finale playoff 2017/2018, la festa del Cosenza per la promozioneGetty Images
Finale playoff 2017/2018, la festa promozione del Cosenza

Lega Pro, il Consiglio Direttivo: "Riforme subito o stop al campionato"

Nel comunicato il Consiglio Direttivo puntualizza un aspetto: l'impossibilità a procedere definitiva dei propri gironi per il campionato di Serie C 2018/2019 a causa della mancata pubblicazione della graduatoria degli eventuali ripescaggi in serie B. Un dato dirimente, che ha portato a predisporre solo una bozza di lavori in attesa della decisione della Figc. Oggi le società in attesa sono ben cinque: Prato e Como (hanno fatto ricorso contro il mancato ripescaggio), Virtus Entella (ricorso contro l'ammissione alla B di Novara e Catania), Avellino (ricorso al Tar) e Santarcangelo (sub iudice). Senza dimenticare la SSC Bari, che confida in un lodo straordinario del commissario Fabbricini. Nell'incontro del 22 agosto, però, sarà in ballo anche un altro orizzonte: quello della sospensione del campionato. Lo precisa il comunicato ufficiale.

L’assemblea sarà chiamata ad esprimersi se iniziare o meno il campionato 2018 -2019. Siamo in un clima di totale incertezza nel calcio italiano, con l’esigenza che si convochi l’assemblea elettiva per dar vita ad una nuova governance che superi il regime commissariale per un governo della FIGC.

Norme relative alle licenze nazionali che salvaguardino la competizione sportiva, risorse dai diritti TV della ex legge Melandri e nuove regole. La Serie C chiede tutele lanciando un allarme con pochi precedenti. Il calcio italiano risponderà?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.