Chinese Super League, Demba Ba bersaglio di un insulto razzista

L'accusa lanciata dall'allenatore dello Shanghai Shenhua, Wu Jingui: nel mirino una frase pronunciata da Zhang Li, calciatore della Changchun Yatai.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

L'ombra del razzismo sulla Chinese Super League. Protagonista del caso è Demba Ba, attaccante senegalese 33enne dello Shangai Shenua: i fatti risalgono alla partita giocata sabato dalla squadra dell'ex centravanti di Newcastle e Chelsea contro lo Changchun Yatai. Succede tutto al minuto 76: al termine di un'azione offensiva dello Shangai, Ba si avventa contro un avversario. I due si strattonano, poi intervengono i rispettivi compagni di squadra a riportare la calma. 

Cosa è successo? Se lo sono chiesti tutti. Tifosi allo stadio e incollati alla TV. A far chiarezza è stato Wu Jingui, allenatore dello Shangai Shenua: stando alla ricostruzione del manager della formazione che ha in Demba Ba la sua stella di diamante, l'attaccante senegalese è stato insultato da un calciatore avversario, poi identificato nel centrocampista Zhang Li.

L'accaduto non ha lasciato indifferenti i tifosi cinesi, da sempre estremamente attenti quando c'è da censurare episodi di razzismo: in rete sono state chieste squalifiche esemplari per Zhang Li. E sempre dal web è arrivata la spiegazione dell'offesa della quale il calciatore dello Yatai è accusato. A riportarla è stato Xu Jiang, uno dei blogger sportivi più noti in Cina. Zhang si sarebbe rivolto così a Ba:

Tu, negro.

Cina, Demba Ba vittima di razzismo: "Stop alle discriminazioni"

Le immagini parlano chiaro. Sembra evidente che Demba Ba senta delle offese rivolte al suo indirizzo e si rivolga così al suo avversario per farsi giustizia. L'intervento dei rispettivi compagni di squadra ha calmato le acque, ma il centravanti nato a Sevres, sobborgo di Parigi, e con passaporto senegalese ha anche minacciato di uscire dal campo. Infuriato. A prendere le sue difese l'allenatore Wu Jingui:

Ho saputo dell'insulto nei confronti di Demba. Nel nostro campionato si affrontano tanti calciatori con diversi colori di pelle. Dobbiamo rispettare tutti gli avversari, senza alcuna discriminazione.

Per Demba Ba, abituato a far parlare delle sue prestazioni in campo solo per i gol - in carriere ne ha realizzati 187 tra Nazionale, Turchia, Inghilterra, Germania, Belgio, Francia e appunto Cina - si tratta del secondo episodio sgradevole dal suo arrivo in Chinese Super League, datato 2015: nel luglio 2016 aveva riportato un gravissimo infortunio alla gamba sinistra fratturandosi la tibia. Questa volta, se le accuse a carico del suo avversario saranno confermate, la notizia sarà ancor più dolorosa di quel crack.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.