Prime medaglie italiane agli European Championships 2018

Bellissimo oro nell'inseguimento maschile nel ciclismo su pista e l'argento di Ilaria Cucinato nei 400 misti. Delusione per Viviani e Barbieri nello scratch.

Viviani vince l'oro e sfiora il podio nella stessa giornata Getty Images

23 condivisioni 0 commenti

di

Share

Agli European Championships sono state assegnate le prime medaglie e l’Italia è fin da subito grande protagonista, con un risultato complessivo a fine giornata che lascia felici a metà. I due sport dove abbiamo vinto gare importanti, ma che allo stesso tempo ci hanno lasciato l’amaro in bocca sono stati il ciclismo su pista e il nuoto sincronizzato. La prima medaglia della manifestazione è il Duo tecnico vinto dalle inarrivabili russe Subbotina-Kolesnicenko, con le italiane Cerruti-Ferro bronzo grazie ad una valutazione di 85.8943. Le ucraine, seconde, non sono sembrate perfette e l’argento era alla portata.

Due medaglie bellissime invece nel ciclismo su pista hanno dato grandi soddisfazioni. Nell’inseguimento a squadre uomini gli italiani hanno dominato tutte le loro prove, battendo in semifinale i padroni di casa della Gran Bretagna e in finale gli svizzeri. Il quartetto formato da Ganna, Viviani, Lamon e Scartezzini, che ha sostituito Bertazzo in finale, hanno imposto la loro legge e sono senza ombra di dubbio il traino dell’intero movimento su pista. Le ragazze dell’inseguimento, Paternoster, Balsamo, Cavalli e Valsecchi hanno vinto l’argento, battute solo dalle padroni di casa ancora troppo distanti per il nostro livello.

Anche nel ciclismo su pista abbiamo però dei rimpianti, i due quarti posti nello scratch maschile e femminile. Se fra le donne Rachele Barbieri ha perso al penultimo giro la ruota della superfavorita Wild, perdendo la possibilità di farsi trainare dalla grande atleta olandese, Viviani si è dimostrato il grande favorito della gara, ma è stato anticipato dall’ucraino Gladysh, il francese Garel e lo svizzero Marguet.

Bene Cusinato e Miressi, due medaglie d'argento nel nuoto agli European Championships 2018 

Sempre nel nuoto sincronizzato un’altra medaglia che poteva essere d’oro, con il Duo misto Flamini-Minisini, un po’ troppo disordinati rispetto ai loro standard, battuti dai russi Gurbanberdieva-Malcev. Nella piscina di Glasgow poi, le prime gare di nuoto. La squadra si è comportata bene nel suo complesso con alcune note eccellenti.

L’argento di Ilaria Cusinato nei 400 misti è un grande risultato, battuta solo dalla grande favorita della specialità, la francese Lessafre, oro senza particolari patemi. L’altro argento è merito di una staffetta 4x100 stile libero che ha visto esplodere un grande Alessandro Miressi.

L’atleta piemontese ha piazzato un pazzesco 46’’99, recuperando su due squadre e terminando solo alle spalle della Russia di Izotov e Morozov. Peccato per le ragazze della 4x100, a fine gara quinte in una gara vinta dalla Francia grazie ad una grande frazione della Bonnet. Bene la Pellegrini con una frazione in 53’’59.

Bella e a dir poco tambureggiante la prima giornata di medaglie degli European Championships 2018, che sembrano essere un ottimo test, sicuramente da ripetere e magari infoltire per quel che riguarda le discipline partecipanti. La seconda si presenta ancora più interessante per i nostri colori. Ci saranno le prime medaglie nel canottaggio e nel nuoto i campioni italiani e internazionali, come Sjostrom e Romanchuck, daranno sicuramente spettacolo.  

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.