Napoli, ritardo nei lavori del San Paolo: "Situazione preoccupante"

L'impianto è un cantiere aperto in vista delle Universiadi. A 3 settimane dall'esordio casalingo col Milan c'è ansia nel club: a rischio la campagna abbonamenti.

3k condivisioni 0 commenti

di

Share

Il campionato italiano è ormai alle porte: la prima giornata della Serie A 2018/2019 si aprirà sabato 18 agosto e mentre i tifosi sono concentrati sulle ultime notizie di calciomercato riguardanti le loro squadre, le società hanno anche altri pensieri.

Il Napoli ad esempio si trova a dover risolvere la grana relativa alle condizioni dello stadio San Paolo, che sta agitando gli umori della dirigenza. La casa del club azzurro è diventata un cantiere per via delle modifiche necessarie in vista delle Universiadi che si terranno a Napoli nel luglio del 2019.

Ma a quanto pare i lavori, che si concentrano principalmente sul rialzamento della pista di atletica che circonda il rettangolo di gioco, non stanno procedendo con la dovuta velocità e questo rischia di creare problemi non soltanto al club ma persino ai tifosi partenopei.

De LaurentiisGetty

Napoli, lo stato del San Paolo preoccupa: "I lavori sono in evidente ritardo"

Il Mattino ha diffuso le immagini dello stato attuale del San Paolo, che è ancora pieno di detriti dovuti ai lavori. Non ci sarebbe nulla di strano se non mancassero solamente 3 settimane all'esordio casalingo del Napoli contro il Milan, in programma sabato 25 agosto.

Stando a quanto raccolto dalla Gazzetta dello Sport, il presidente De Laurentiis sarebbe andato su tutte le furie dopo aver visto il ritardo nei lavori anche per via della questione legata all'installazione di nuovi sediolini. Al momento non sembra esserci la possibilità di montarli (operazione a cui la società lavorava da tempo) e per questo i tifosi napoletani non hanno ancora la possibilità di acquistare gli abbonamenti per la stagione 2018/2019 visto che la numerazione non è ufficiale.

L’assessore allo Sport Ciro Borriello ha parlato ai microfoni dell'Agenzia ANSA assicurando che non ci saranno problemi in vista di Napoli-Milan ma ammonendo anche De Laurentiis sugli accordi presi.

Il Presidente è arrivato allo stadio ma se n'è andato subito dopo aver visto le ruspe. Non ci saranno problemi per Napoli-Milan, il campo di gioco è perfetto mentre la pista sarà un cantiere. I lavori porteranno a un aumento del canone ma anche ad agevolazioni. Se De Laurentiis vorrà rompere l'accordo dovrà prenotare il campo ogni volta, pagando il 10% dell'incasso.

La preoccupazione del Napoli è stata espressa anche da Alessandro Formisano, l'Head of Operations partenopeo, che ha parlati a Radio Kiss-Kiss confermando i dubbi sulle tempistiche dei lavori.

C'è un ritardo evidente, la situazione è preoccupante. È chiaro che non stia andando tutto liscio e non abbiamo ancora risposte sulla numerazione dei seggiolini.

A chiudere (per ora) la questione sono arrivate anche le parole di Attilio Auricchio, capo di Gabinetto del Comune al Mattino che ha assicurato che l'impianto del San Paolo sarà agibile per la partita del 25 agosto.

Il San Paolo sarà ok per la partita, mentre per il montaggio dei seggiolini non dipende da noi. Ora dobbiamo solo capire che decisione prenderà De Laurentiis.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.