Calciomercato Milan, tra suggestione e realtà: Pato può tornare?

Il brasiliano aspetta una telefonata, ma gli ostacoli al momento sembrano troppo alti. Di fronte a un amore simile, però, mai dire mai.

1k condivisioni 1 commento

di

Share

Chiusi gli acquisti di Higuain e Caldara, Leonardo non ha intenzione di fermarsi qui: il calciomercato Milan è ancora aperto, il nuovo direttore generale nella conferenza stampa di presentazione dei due nuovi acquisti non ha chiuso nessuna porta. Difficile ipotizzare altri grandi colpi al momento, ma la squadra può ancora essere ritoccata in qualche reparto. E nel frattempo il telefono del dirigente brasiliano ha squillato.

Dall'altra parte della cornetta, Alexandre Pato. Arrivato in rossonero nel 2007 proprio grazie a Leonardo, il classe 1989 ha chiamato il suo amico per congratularsi del nuovo ruolo nella società rossonera. Una telefonata di cortesia, di piacere, in amicizia. Ma che comunque ha acceso (di nuovo) il calciomercato Milan. La domanda è una: il brasiliano può tornare davvero a Milanello?

Lui, al momento, gioca e segna con il Tianjin Quanjian: è in Cina dal gennaio del 2017 e la sua esperienza sta andando alla grande. Pato, nella stagione corrente, ha messo a segno 12 gol (più 2 assist) in 19 presenze. Qualche giorno fa ne ha realizzato uno di pregevole fattura: una punizione da 30 metri praticamente perfetta, un bolide che non ha lasciato scampo al portiere. Talmente bello da ricevere anche i complimenti di Beckham: "Gran gol, forse lo hai visto fare da me", ha commentato l'ex centrocampista inglese sotto il post Instagram del brasiliano.

Acho que saiu uma curva aí haha!! 😂⚽️🙏🏼

A post shared by Pato (@pato) on

Calciomercato Milan, Pato può tornare davvero?

La suggestione c'è. Il giocatore ha più volte manifestato sui social il suo amore per i colori rossoneri, rispondendo anche ai tifosi. Uno di questi, qualche tempo fa, gli ha chiesto se tornerebbe al Milan, e Pato ha risposto "Certo". Anche nel corso di diverse interviste il brasiliano non si è mai nascosto, lanciando messaggi di affetto per la sua ex squadra. Però c'è qualche ostacolo da superare. E i muri potrebbero essere troppo alti.

Il primo è di natura tecnica: ci ricordiamo tutti il Pato devastante dei primi anni al Milan, ma adesso il Papero riuscirebbe ancora ad essere decisivo in Serie A? I numeri in Cina sono buoni, però le ultime esperienze tra Chelsea e Villarreal nel 2016 non fanno ben sperare. Il giocatore, comunque, in questo momento è integro fisicamente. E con le eventuali cessioni di Bacca, Kalinic e André Silva, un altro vice Higuain (oltre a Cutrone) potrebbe far comodo. Lo stesso Pato, tra l'altro, è tornato a San Siro un paio di mesi fa. Con ottimi risultati.

Questione di feeling

Capitolo ingaggio: Pato attualmente dovrebbe percepire circa 11 milioni di euro a stagione in Cina, e la sensazione è che il Papero, per infiammare di nuovo il calciomercato Milan, dovrebbe ridursi lo stipendio almeno di 2/3. Un taglio non indifferente. Per il momento, quindi, gli unici due fattori che fanno pensare a un possibile ritorno sono la presenza di Leonardo e il contratto in scadenza nel dicembre del 2019, che significherebbe un possibile tesseramento a zero tra più di un anno. Anzi, no: c'è anche un terzo fattore. Ed è (forse) il più importante.

L'amore. Sì, l'amore. Semplice, spassionato, senza confini. Un sentimento che può ribaltare tutto, contro ogni calcolo. I tifosi del Milan hanno sempre amato Pato e continueranno sempre ad amarlo, sperando in un suo possibile ritorno. Anche a fine carriera, anche tra 10 anni. Certe cose non cambiano mai, come "certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano", stile Venditti, stile Galliani. "Aspetto una telefonata", ha dichiarato Pato a Tuttosport qualche giorno fa parlando del suo possibile ritorno in rossonero. Da Venditti a Mina, da "Amici mai" a "Se telefonando". La storia tra il brasiliano e il Milan è come una bella canzone d'amore.

Forse (anzi, probabilmente), Pato non vestirà più la maglia rossonera, anche se di fronte a un sentimento così forte dire "mai" è praticamente impossibile. Al momento, comunque, non sembrano esserci le condizioni per mettere in piedi un affare simile. L'affetto, però, resterà immutato. Un attimo lungo, eterno, come uno scatto bruciante al Camp Nou. E, sotto uno dei tanti post Instagram, tutti i commenti del caso, tutti più o meno uguali: "Torna al Milan". Questione di feeling, in attesa di una telefonata...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.