Serie B, è caos: congelati tutti i ripescaggi e il calendario

Tutto bloccato nella programmazione della serie cadetta. Troppi i casi ancora aperti: dal ricorso dell'Avellino ai possibili ripescaggi. Ufficiale la Juventus B in Serie C.

708 condivisioni 1 commento

di

Share

La Serie B è sempre più nel caos. Partiamo dalle certezze, o presunte tali. Il campionato dovrebbe disputarsi con la stessa formula a 22 squadre dell'ultima edizione. Sicure presenti le compagini che l'anno scorso non sono entrate né nei playoff né nei playout e cioè Foggia - che però dovrà scontare una penalizzazione di 15 punti - Brescia, Carpi, Cremonese, Pescara, Salernitana e Spezia.

Con queste 7 squadre ci saranno i reduci dai playoff - Palermo, Cittadella, Perugia e Venezia - e l'Ascoli dai playout. Dalla Serie A, poi, sono scesi Crotone, Benevento e Verona, mentre dalla Serie C sono arrivati Padova, Lecce, Livorno e Cosenza. Sono, dunque, 19 le società sicure della cadetteria.

E qui cominciano le incognite. Fallite Cesena e Bari che ricominciano dai Dilettanti, è in bilico l'Avellino che, escluso nei giorni scorsi, dovrebbe presentare ricorso al Tar del Lazio entro lunedì 6 agosto. Ma c'è poi la questione dei ripescaggi, spinosa quanto mai a causa della "riabilitazione" da parte del Tribunale Federale Nazionale e, in grado successivo, della Corte d’Appello Federale, di Novara e Catania, inizialmente non ammesse dalla Figc.

Pescara-ParmaGetty Images
Il tifo sugli spalti in occasione di Pescara-Parma dello scorso campionato

Serie B, è caos: congelati tutti i ripescaggi e il calendario

A tre settimane dall'inizio del campionato di Serie B, dunque, l'incertezza regna sovrana. Una situazione che oggi ha indotto il commissario della Figc Roberto Fabbricini a congelare momentaneamente la graduatoria dei ripescaggi e di conseguenza anche il calendario del campionato cadetto. La Lega di B aveva inviato alla Federazione la proposta di bloccare i ripescaggi e disputare un torneo a 20 squadre, considerata irricevibile ma mai rigettata ufficialmente.

Il tifo del BresciaGetty Images
Il tifo del Brescia

Fra mugugni e ripicche si è arrivati allo stallo attuale, dove l'unica buona notizia è l'ufficializzazione avvenuta in queste ore da parte della Figc dell'iscrizione della squadra B della Juventus al campionato di Serie C. Per quanto riguarda i Cadetti, invece, è probabile che Fabbricini intenda aspettare l'evolversi di due situazioni: da un lato il pronunciamento del Collegio di garanzia dello Sport, cui si stanno rivolgendo la stessa Federazione e i club scavalcati da Novara e Catania - cioè Siena, Ternana e Pro Vercelli - e dall'altro l’esito del ricorso dell'Avellino al Tar del Lazio, per evitare, in caso di accoglimento, di ritrovarsi con una Serie B a 23 squadre.

Il commissario della Figc Roberto FabbriciniGetty Images
Il commissario della Figc Roberto Fabbricini

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.