Velocità e forza: chi è Kevin Mirallas, obiettivo della Fiorentina

L’esterno belga vicino all'arrivo a Firenze in prestito con diritto di riscatto fissato a 2,7 milioni. Le sue migliori stagioni in Grecia con l'Olympiakos.

644 condivisioni 0 commenti

di

Share

Passaporto belga, radici in Spagna, trascorsi calcistici in Francia, Inghilterra e Grecia. Kevin Mirallas - all'anagrafe Kevin Antonio Joel Gislain Mirallas y Castillo - obiettivo numero uno per l'attacco della Fiorentina 2018/2019, è un giramondo per propensione. E per professione. I viola sono vicini all'ingaggio dell'attaccante classe 1987 di proprietà dell'Everton: trattativa impostata sulla base del prestito con diritto di riscatto fissato a 2,7 milioni, con un contratto da 1,7 milioni di euro assicurato al calciatore.

Corvino ha individuato in questo 31enne (il prossimo 5 ottobre) il rinforzo ideale per il 4-3-3 di Pioli: versatile, Mirallas può giocare su entrambe le fasce. A destra può crossare con il piede naturale, mentre partendo da sinistra ha la possibilità di accentrarsi e calciare. In soldoni: da una parte sarebbe l'alternativa ideale a Chiesa, dall'altra si giocherebbe un posto con Eysseric e Thereau, altri due francofoni nell'organico viola.

Oggi Mirallas si sta allenando a parte, in attesa che Everton e Fiorentina mettano l'accordo nero su bianco. Kevin sa bene che la Serie A può essere l'arena giusta per rilanciarsi anche in chiave Nazionale: in partite ufficiali con il Belgio manca dal novembre 2015 e l'illusione di prendere parte ai Mondiali 2018 è rimasta tale. Nonostante il ritorno all'Olympiakos, la squadra dove ha vissuto gli anni migliori dal 2010 al 2012 con 34 reti in 71 partite, vittoria di due campionati e della Coppa nazionale, da gennaio allo scorso giugno.

Calciomercato Fiorentina, chi è Mirallas: un jolly per l'attacco di Pioli

I numeri di Mirallas parlano chiaro: non siamo di fronte a un cannoniere d'area. Le reti complessivamente realizzate tra club e Belgio sono 96 in 460 partite: un gol ogni 5 incontri giocati. A suo vantaggio, però, c'è la costanza atletica: pochi infortuni e tutti di poco conto negli ultimi anni di carriera, dove nel quinquennio con l'Everton ha messo insieme 38 reti e 23 assist in 184 incontri. 

Non è certo uno che ha paura dell'adattamento in campionati che non conosce, Mirallas. Nel 2004 aveva abbandonato le giovanili dello Standard Liegi per andare al Lille, con meno di 17 anni sulla carta d'identità. Una tappa che ha avviato un viaggio fatto di tanti chilometri in fascia e reti all'esordio: è successo con i francesi nel maggio 2005, segnando il gol vittoria contro il Paris Saint-Germain alla prima apparizione. Si è ripetuto con la Nazionale maggiore del Belgio nell'agosto 2007, trovando la rete alla prima apparizione (3-2 alla Serbia, qualificazioni a Euro 2008). Un biglietto da visita che a Firenze sperano di leggere presto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.