Roma, Malcom risponde a Manolas: "Non cado in provocazioni"

Il brasiliano replica al greco: "Preferisco sempre rispondere in campo". E Pallotta dimentica l'ex Bordeaux: "Ormai è acqua passata, andiamo avanti senza di lui".

1k condivisioni 0 commenti

Share

Nella notte italiana appena trascorsa la Roma ha battuto 4-2 i campioni di Spagna in carica del Barcellona grazie alle reti di El Shaarawy, Florenzi, Cristante e Perotti nel match valido per l'International Champions Cup. Inutili i gol dei momentanei vantaggi blaugrana firmati Rafinha e Malcom. Quest'ultimo era il giocatore più atteso della serata visto l'intrigo di calciomercato che lo ha visto coinvolto di recente. 

Il brasiliano sembrava infatti ormai un giocatore giallorosso, c'era già l'annuncio su Twitter del Bordeaux, club che ne deteneva il cartellino. E invece in extremis a spuntarla è stato il Barça che ha soffiato il giocatore alla Roma. 

Stanotte il classe 1997 ha quindi affrontato quella che per pochi minuti è stata la sua nuova squadra, tra le cui fila c'era Manolas che nel pre-partita aveva dichiarato: "Malcom non so chi sia, non lo saluterò". Il neo giocatore dei catalani ha replicato così dopo la sconfitta dei suoi:

Sono abitutato a restare calmo davanti alle provocazioni, preferisco giocare a calcio e rispondere in campo

E in campo c'è stata una scaramuccia proprio tra Malcom e Manolas, fermato dai compagni di squadra mentre cercava di raggiungere il brasiliano.

Roma, Di Francesco su Malcom: "Non posso farci nulla..."

Di Malcom hanno parlato anche il tecnico e il presidente della Roma, Eusebio Di Francesco e James Pallotta:

Ho vissuto la vicenda di Malcom con grande serenità. Parliamo di un ottimo giocatore - ha detto Di Francesco - e se il Barcellona ha deciso di prenderlo vuol dire che che avevamo visto bene anche noi. Gli auguro buona fortuna, io sono felice dei miei. Se ha scelto il Barça cosa posso farci?

Così invece Pallotta:

Ormai - ha dichiarato al Corriere dello Sport - è acqua passata. Possiamo andare avanti senza di lui. Sulla carta questa è la migliore Roma da quando ci sono io. Se arriverà qualcuno per la fascia destra? Nessuno, a meno che non si presentino determinate opportunità. El Shaarawy e Perotti possono giocare lì, come pure Florenzi e Schick. Suso? Se dovesse diventare un'opportunità...

Il presidente giallorosso ha rilasciato anche una battuta su N'Zonzi, Cristiano Ronaldo e Messi:

N'Zonzi è una bestia, l'età non è un problema. Se non volesse cambiare aria o volesse un ingaggio troppo alto, quello sì che sarebbe un problema. Cristiano Ronaldo? Straordinario, ma in Italia non sarà facile segnare come in Liga. Quanto a noi, siamo già al lavoro per Messi...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.