Serie A 2018/2019, ecco tutte le maglie presentate dalle 20 squadre

C'è chi le ha ufficializzate tutte, chi invece svelerà gli ultimo modelli nei prossimi giorni. Ecco le divise dei 20 club che prenderanno parte al prossimo torneo.

385 condivisioni 0 commenti

di

Share

La Serie A 2018/2019 è pronta a cominciare e si tira a lucido per l'occasione. Mancano ormai pochi giorni all'inizio del campionato e tutti i club sono pronti (o quasi) per colorare i weekend con nuove maglie create come ogni anno, in un mix tra richiami al passato e ricerca di novità.

Alcune sono riuscite, altre meno. Di certo gli uomini del marketing di tutti e 20 i club si sono dati da fare per mettere a disposizione dei propri tifosi dei prodotti da acquistare e sfoggiare allo stadio per sostenere la propria squadra del cuore.

La maggior parte delle società ha già mostrato tutti e tre i modelli che le accompagneranno nel corso del prossimo campionato di Serie A, ma c'è pure chi ancora non ha svelato tutti e tre i kit, oppure chi (come il Bologna) invece ha affidato a un concorso riservato agli stessi fan la decisione finale, con la possibilità di scegliere tra quattro diverse alternative.

Serie A, tutte la maglie della stagione 2018/2019

Di certo ce n'è per tutti i gusti, ecco a voi squadra per squadra tutti i modelli ufficiali diffusi fino a questo momento dalle 20 squadre di Serie A. Scegliete voi quali siano i più riusciti e quali invece, probabilmente, avrebbero necessitato di qualche studio supplementare...

Atalanta

Già tutte svelate le divise dell'Atalanta targata Joma, che si affida ovviamente al classico nerazzurro per la prima maglia, va su un bianco con doppia banda (nera e azzurra) orizzontale per la seconda e infine sceglie un celeste sfumato sul blu per la terza.

Bologna

Il Bologna ha presentato le prime due casacche e anche in questo caso la tradizione è stata rispettata, con il rossoblù verticale nella versione home e orizzontale, ma solo nella parte superiore, a colorare il bianco della away. Per quanto riguarda la terza, invece, il club ha disposto un contest riservato agli abbonati, con quattro diversi modelli tra cui poter scegliere sviluppati dalla Macron: alla fine ha vinto il completo blu scuro.

Cagliari

Solo due divise svelate finora pure per il Cagliari targato Macron: la prima con il consueto rossoblù tagliato a metà verticalmente, la seconda bianca, con due strisce sottili verticali rossa e blu a spezzare il monocromo.

Chievo

Sono state ufficializzate tutte e tre le maglie del Chievo con Givova. La home è interamente gialla, con i soli bordi delle maniche blu e il consueto disegno dell'effigie della statua equestre di Cangrande I della Scala sulla parte bassa della anteriore della divisa. Bianca la seconda, con banda verticale blu decentrata (all'altezza del cuore) e maniche dello stesso colore. Interamente blu la terza, ancora una volta con banda verticale decentrata (stavolta gialla).

Empoli

Per il ritorno in Serie A l'Empoli non si è allontanato dalla tradizione, l'unica variante rispetto al passato è nella maglia home, che propone un blu scuro sfumato ideato dalla Kappa. Per quanto riguarda seconda e terza maglia, si va sul sicuro con un modello interamente bianco e un altro nero.

Fiorentina

Modelli basilari quelli della Fiorentina targata Le Coq Sportif: tre maglie monocromatiche accompagneranno la stagione, la prima ovviamente viola, la seconda bianca e la terza blu.

Frosinone

Per la sua seconda esperienza in Serie A il Frosinone si affida a Legea e sfoggia tre magliette molto basilari, con i soli bordi delle maniche (e la parte posteriore del colletto) a spezzare il colore principale: giallo (con rifiniture blu) per la home, bianco (con contorni gialli) per la away e blu per la third.

Genoa

Il Genoa con la Lotto propone un modello classico come prima divisa, con le due bande rosse e blu a dividere equamente la casacca fino alle maniche, che invertono i due colori principali. Bianca con doppia banda orizzontale rossoblù la seconda maglia, doppia tonalità di blu spezzato verticalmente (sul modello della prima) per la terza.

Inter

Più tradizionale di così non poteva essere l'Inter, che sfoggia il suo classico nerazzurro con maniche completamente nere. La seconda divisa è invece tutta bianca con colletto blu, mentre la terza deve ancora essere svelata, anche se alcuni rumors parlano di un modello grigio chiaro, con la croce e il duomo di Milano a ornarla: il sito specializzato footyheadlines ha già pubblicato un'anteprima.

Juventus

Svelata la prima della Juventus, tutta bianca con due strisce spesse verticali nere. Tutta nera la terza, con rifiniture gialle quasi fluorescenti lungo i lati. La seconda non è stata ancora diffusa, ma secondo le indiscrezioni dovrebbe essere dorata con rifiniture più scure.

Lazio

La scelta della Lazio e della Macron è romantica, in quanto come prima divisa viene riproposta la maglia bandiera, quella con l’aquila stilizzata, una delle più belle della storia del calcio. Praticamente (colletto a parte) lo stesso modello di tre anni fa, ma il successo è sempre assicurato. Nella seconda e terza troviamo invece una banda orizzontale celeste all’altezza del petto, con sfondi rispettivamente bianchi e neri.

Milan

Con il passaggio a Puma il Milan non si allontana a dalla tradizione. Maglia rossonera a strisce sottili (cinque rosse e quattro nere) per la versione home, total white con piccola striscia nera orizzontale sul petto per il modello away. La terza non è stata ancora presentata, ma secondo le indiscrezioni sarà nera con decorazioni rosse sulle spalle.

Napoli

Scelta rischiosa per il Napoli, che con Kappa presenta una divisa molto particolare, dove il classico azzurro è maculato con variazioni cromatiche dello stesso colore. La seconda, con il medesimo tema animalesco, ha però uno sfondo nero. Ancora da rivelare il terzo modello, mentre le versioni da portiere (arancione e verde) seguono lo spirito innovativo nel motivo di sfondo.

Parma

Per il travagliato ritorno in Serie A, il Parma non ha ancora ufficializzato la sue prima maglia. Si è limitato a esporre la terza, un’edizione limitata davvero affascinante, con il simbolo ducale a decorare una divisa nera sfumata, e la seconda, un grande classico, con le bande orizzontali gialloblù.

Roma

Sceglie dei modelli minimalisti, la Nike, per la stagione 2018/2019 della Roma. Prima maglia rosso scura, con colletto arancione chiaro. La seconda è interamente bianca, mentre la terza (ancora non diffusa ufficialmente) invertirà i colori della prima, cioè tutta arancione chiaro con colletto rosso scuro.

Sampdoria

La Joma rispetta le tradizioni con la Sampdoria, che presenta la solita prima divisa blucerchiata. Seconda maglia bianca, con strisce blucerchiate verticali all’altezza del cuore. Richiamo al passato per la terza, nera con lo stemma di un tempo, strisce blucerchiate sul lato sinistro e colletto Old Style con i lacci.

Sassuolo

Al consueto neroverde della maglia home, il Sassuolo firmato Kappa associa una seconda divisa bianca con manica destra nera e sinistra verde. La terza casacca sarà invece blu, con colletto neroverde.

Spal

La Spal non ha ancora svelato la terza maglia griffata Macron. La prima è biancazzurra con strisce sottilissime verticali, mentre la seconda è arancione, con banda obliqua formata dal bianco e l’azzurro.

Torino

Sceglie il grande classico il Torino con maglie interamente a tinta unita (seppur con sfondo fatto a triangoli) a eccezione del colletto. Questo è bianco nella prima divisa, ovviamente granata. L’esatto opposto troviamo nella casacca away bianca. La terza è completamente nera con colletto granata.

Udinese

Si conclude con l’Udinese, che non si stacca ovviamente dalle strisce verticali bianconere per la prima maglia 2018/2019. Svelate anche la seconda e la terza, rispettivamente oro gessato con bordi neri e blu scuro con rifiniture verde fluorescente.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.