ICC 2018, Atletico Madrid sconfitto: Postolachi regala il 3-2 al Psg

Dopo due sconfitte consecutive con Bayern Monaco e Arsenal, la squadra di Tuchel trova il primo successo nella competizione: troppi errori per i ragazzi di Simeone.

Postolachi a segno in Psg vs Atletico Madrid dell'ICC 2018 Getty Image

404 condivisioni 0 commenti

di

Share

Nel Singapore National Stadium sorride il Psg, che trova la prima vittoria nell'Intercontinental Champions Cup, pur essendosi complicato la vita da solo nel corso della partita. Alle reti di Nkunku nel primo tempo e Moussa Diaby nella ripresa, hanno risposto infatti il centro del baby Víctor Mollejo e l'autogol di Bernede, che hanno fissato il risultato sul 2-2. Tutto lasciava pensare che la gara scivolasse ai calci di rigore, poi però una magia di Postolachi ha riportato avanti i parigini, che hanno potuto così festeggiare.

Per il Paris Saint-Germain si trattava della terza gara di questa ICC 2018, nelle prime due (con Bayern Monaco e Arsenal) erano arrivate solo sconfitte. Per i Colchoneros invece era il secondo appuntamento nella competizione estiva, dopo il pari con i Gunners nella gara d'esordio.

Lo spartito del primo tempo è abbastanza lineare: la squadra di Tuchel mantiene più possibile il possesso palla, crea una buona mole di gioco ma non concretizza praticamente mai in occasioni pericolose. I rojiblancos di Simeone invece si affidano più che altro ad azioni di rimessa e ogni volta che partono rischiano di fare gol. Solo nei primi 45 minuti sono ben tre le occasionissime (cronologicamente di Correa, Gameiro e Vietto) murate però dalla difesa parigina o sprecate malamente.

ICC 2018, tra Psg e Atletico Madrid finisce 3-2

Sembra esserci una sorta di maledizione a difendere la porta di Trapp e il Psg ne approfitta riuscendo a segnare con cinismo nell'unica vera occasione (fatta eccezione per una punizione di Di Maria al quarto minuto), con Nkunku abile nell'essere il più reattivo e mettere in porta da due passi un pallone vagante nell'area piccola dopo una deviazione di Juanfran.

Nella ripresa massiccia girandola di cambi per il Psg, con Tuchel che cambia tutta la squadra (inserendo molti giovani) a parte Trapp, mentre l'Atletico Madrid di Simeone decide di puntare praticamente sullo stesso undici, a parte Joaquín Muñoz Benavides al posto di Thomas Partey.

La musica però non cambia, perché al 62' Vietto sbaglia un'altra occasione clamorosa a due passi da Trapp. Dopo un paio di minuti anche il "Cholo" dà spazio a forze fresche e ne cambia 5 in un colpo solo (togliendo Gameiro, lo stesso Vietto, Correa, Rodri Hernandez e Juanfran), mandando in campo molti ragazzi della cantera. È il Psg che adesso si affaccia con più continuità in avanti, soprattutto affidandosi alle iniziative di Diaby, che colpisce anche una traversa ad Adan battuto. Al 72', poi, sfruttando un assist prezioso di Timothy Weah su un errore di Moya, porta il risultato sul 2-0 con un preciso diagonale mancino.

La reazione nel finale dei Colchoneros

L'Atletico Madrid non ci sta e nonostante altri due miracoli di Trapp (nati però da una sua uscita abbastanza incerta), va a segno con il classe 2001 Víctor Mollejo, primo giocatore dei Colchoneros nato nel 21esimo secolo a realizzare un gol.

I ragazzi del Cholo si buttano avanti a capofitto e all'86' riescono a trovare il pareggio con un autogol di Antoine Bernede su cross apparentemente innocuo di Borja Garces Moreno.

Sulla scia dell'entusiasmo la squadra di Simeone prova a trovare il gol della rimonta per evitare addirittura i calci di rigore, ma in pieno recupero arriva la reazione d'orgoglio del Psg, che con una magia di Postolachi (sfruttando un errore di Solano) torna in vantaggio e regala così la prima vittoria nella competizione a Tuchel.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.