Nigel Spink, dalla Coppa dei Campioni alle consegne a domicilio

La storia del portiere che nel 1982 vinse quasi 'per caso', battendo in finale il Bayern Monaco di Breitner e Rummenigge

Spink google

186 condivisioni 0 commenti

di

Share

È probabile che, se non siete tifosi appassionati dell’Aston Villa o non avete studiato la storia del calcio inglese per presentarvi a un quiz televisivo, il nome di Nigel Spink non vi dica un granché. Eppure Nigel è “iscritto” da tempo a un club prestigioso ed esclusivo: il suo nome, infatti, figura nel ristretto elenco dei portieri che hanno vinto la Champions League o la Coppa dei Campioni, accanto a quelli, fra gli altri, di Fabio Cudicini e Keylor Navas, Sepp Mayer e Iker Casillas.

È il 26 maggio 1982, poche settimane prima che Dino Zoff alzi la Coppa del Mondo nel cielo di Madrid. Quella sera a Rotterdam si gioca la finale, fra il favoritissimo Bayern Monaco, pieno zeppo di campioni del calibro di Paul Breitner e Karl-Heinz Rummenigge, e l’Aston Villa, senza stelle ma forte di una difesa granitica, guidato da Tony Barton.

Nigel, che ha 24 anni, si accomoda in panchina: il titolare è Jimmy Rimmer, 34 anni e un passato fra i pali del Manchester United e dell’Arsenal. I tedeschi partono subito forte, i Villans barcollano e quando, dopo 8 minuti, Jimmy si fa male ed è costretto a uscire, sembra che il destino sia già scritto. Ma, come si dice, la palla è rotonda, proprio come il faccione da pub di Spink che, pur entrando a freddo, si dimostra baluardo insuperabile per le cannonate dei bomber bavaresi, 18 reti in tre in quell’edizione della Coppa. Suo è anche il rilancio che, dopo oltre un’ora di sofferenza, apre il contropiede da cui nasce il gol di Paul Withe che taglia le gambe agli avversari. Mancano 20 minuti, ma i tedeschi non ne hanno più: le manone di Nigel Spink possono alzare al cielo la Coppa dei Campioni.

Spinkgoogle
Nigel Spink sta per entrare al posto di Rimmer nella finale di Coppa Campioni 1982

Nigel Spink, dalla Coppa dei Campioni alle consegne a domicilio

Una gemma in una carriera più che onesta, chiusa a 43 anni nel Forest Green Rovers dopo 20 anni nell’Aston Villa, col quale ha vinto anche la Supercoppa Uefa, e qualche spicciolo nel West Bromwich e nel Millwall. Il calcio, però, è una malattia e poi tutti i suoi amici sono in quel mondo. Così Nigel tenta la carriera di tecnico, ma finisce ben presto a fare l’assistente o il preparatore dei portieri. Qualche anno così, poi la svolta:

Ero assistente di Steve Bruce al Sunderland. Quando lui perse il posto, dovetti andarmene anch’io e lasciare l’alloggio che avevo a disposizione. Per il trasloco chiesi aiuto a un amico dei tempi dei Villans, Paul Munro, che arrivò con un furgone.

SpinkGetty Images
Un'uscita spericolata di Nigel Spink

Saranno state le birre bevute per mitigare il caldo dell’estate, o le barzellette di cui Paul era specialista, fatto sta che Nigel rimane folgorato dall’esperienza di trasportatore e decide di cambiare vita:

Ci divertimmo talmente tanto quel giorno a caricare e scaricare che decidemmo di fondare la S&M Courier. Era il 2012: io ho fatto ancora qualche mese il preparatore dei portieri al Bristol, ma poi ho mollato tutto e ho raggiunto Paul.

Spinkgoogle
Nigel con la Coppa dei Campioni 1982

Sempre con l’Aston Villa nel cuore, però. Quando non riesce a trovare un camion con i colori dei Villans, infatti, Nigel indossa maglie rigorosamente ed esclusivamente bordeaux e azzurre per servire i suoi clienti, con quelle stesse mani che anni prima avevano stretto la Coppa dei Campioni:

Sì, il Villa è una parte di me e lo rimarrà per sempre. Ma ora penso al mio nuovo lavoro: abbiamo tanti clienti meravigliosi e per me è un piacere oltre che un divertimento servirli.

Spinkmidlandstruckvan.com
Nigel Spink e il suo socio davanti al furgone coi colori dell'Aston Villa

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.