Juventus, chi è Andrea Favilli: giovane bomber sulle orme di Cutrone

Come il milanista un anno fa, il bianconero ha segnato una doppietta in ICC al Bayern Monaco. E dopo l'infortunio al ginocchio vuole una stagione da protagonista, ma al Genoa.

2k condivisioni 1 commento

di

Share

Un anno fa, più precisamente il 22 luglio del 2017, il Milan esordiva nell'International Champions Cup sfidando il Bayern Monaco e sconfiggendolo per 4-0. A mettersi in mostra fu soprattutto l'attaccante della primavera Patrick Cutrone che a 19 anni segnerà una doppietta ai Campioni di Germania.

Poco più di 365 giorni dopo, un altro giovane attaccante italiano sembra voler ripercorrere il suo cammino nel calcio che conta iniziando nella stessa identica maniera: siglando due reti al club bavarese in ICC.

È la storia di Andrea Favilli, centravanti classe 1997 di proprietà della Juventus che nella notte ha segnato una bella doppietta che ha permesso ai bianconeri di battere il Bayern Monaco. E proprio come Cutrone, l'ex Ascoli spera di vivere una stagione da protagonista anche se con la maglia del Genoa.

FavilliGetty

Juventus, chi è Andrea Favilli: il chiodo fisso della Vecchia Signora

Il rapporto fra Favilli alla Juventus è molto particolare e inizia dalla sua militanza nella primavera del Livorno nel 2015: in autunno il centravanti gioca e segna contro i bianconeri, che a gennaio chiudono per il suo arrivo in prestito fino all'estate del 2016. In quell'anno e mezzo metterà a segno 22 gol e arriverà anche ad esordire in Serie A contro il Frosinone, pur non riuscendo però a toccare il pallone nei pochi secondi in campo.

Il ritorno in toscana in estate sembra una pura formalità ma Spinelli e Marotta non raggiungono l'accordo per il suo passaggio a titolo definitivo alla Juventus. Favilli però trova lo stesso il modo di giocare in maglia bianconera, solo che sarà quella dell'Ascoli. Dopo una prima stagione non eccezionale, l'annata 2017/2018 si apre alla grande con 9 gol nelle prime 14 partite. A novembre però un infortunio al crociato del ginocchio lo costringerà a fermarsi fino a fine campionato.

L'interesse della Juventus però non scema e la Vecchia Signora non si fa intimorire dal problema fisico, spendendo 7,5 milioni di euro per riportarlo a Torino. La sua storia in bianconero (per ora) terminerà con la tournée negli USA a cui si è aggregato vista l'assenza di tutti i reduci dai Mondiali. Come confermato da Allegri, Favilli andrà al Genoa dove spera finalmente di essere protagonista in Serie A e riguadagnarsi la maglia dei Campioni d'Italia.

Stazza, tecnica e personalità: una punta moderna

Dal punto di vista tecnico, Favilli è un centravanti moderno: nonostante la stazza imponente e i suoi 191 cm di altezza, ha un'ottima mobilità e un sinistro più che educato. Ovviamente però la sua caratteristica principale è la freddezza sotto porta.

Che sia di piede o di testa, una delle specialità della casa, è raro vedere il 21enne sbagliare in area di rigore ma è evidente il bisogno di crescere dal punto di vista tecnico (e anche disciplinare, vista la troppa facilità con cui prende cartellini). Per le sue caratteristiche, esattamente come fatto con Cutrone, il paragone con Vieri sembra scontato ma il classe '97 non ha ancora quel tipo di presenza negli ultimi metri e bisognerà aspettare test contro difese di Serie A.

Quella che però non sembra mancargli è certamente la personalità: ovunque è andato Favilli è stato capace di imporsi da titolare a suon di ottime prestazioni, motivo per cui è presenza fissa nelle Nazionali giovanili sin dall'argento conquistato con l'Under-19. Ora lo attende il campionato col Genoa, con la Juventus che però manterrà su di lui un diritto di riacquisto. Ennesima dimostrazione che in lui i bianconeri non smetteranno mai di credere.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.