Il Chelsea, i Mondiali, i rigori: l'estate paradossale di Pepe Reina

L'ex portiere del Napoli potrebbe lasciare il Milan nelle prossime settimane. Lui, nel frattempo, al suo esordio con i rossoneri ha parato quattro tiri dal dischetto, segnando anche un gol.

885 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il caldo può giocare brutti scherzi. Annebbia la mente, cominciano i miraggi, nel deserto vedi oasi e in campo vedi cose da pazzi: c'è un portiere che ha appena parato un rigore e si appresta a calciarne uno a sua volta. No, non è un sogno. In Italia sono le 5 del mattino e inizia una partita tra Milan e Manchester United. No, neanche questo è un sogno di una notte di mezza estate. Questa è solo l'estate di Pepe Reina.

Arrivato al Milan a parametro zero dopo la lunga esperienza al Napoli (con tanto di parentesi al Bayern Monaco nella stagione 2014/2015), oggi il portiere spagnolo sta vivendo una situazione piuttosto particolare. Dopo un solo mese dal suo sbarco ufficiale a Milanello, infatti, Reina potrebbe già salutare i rossoneri. Le valige sempre pronte, l'estate è ancora lunga e i viaggi spuntano fuori da un momento all'altro. Alla fine, basta organizzarsi.

Adesso è in America, nel breve futuro potrebbe trovarsi a Londra. Ancora prima è stato in Russia con la sua Spagna: sembra una partita a Risiko e invece, di nuovo, è solo l'estate di Reina. Un portiere esperto, navigato, che vuole continuare per l'appunto a navigare. Il vento soffia forte, bisogna solo prendere una direzione e partire. Per il momento, il portiere si limita a godersi il paesaggio. In uno degli ultimi post del Milan su Instagram, Reina nella prima foto palleggia come un giocatore di basket e nella seconda sembra sul punto di mangiare la maglia. Fotogrammi di un'estate paradossale.

Milan, dai Mondiali al Chelsea: l'estate al contrario di Reina

La strana estate di Reina è cominciata già in Russia: ha vissuto i Mondiali da spettatore della sua Spagna, ha visto Sergio Ramos e compagni faticare a passare il girone per poi uscire agli ottavi contro la Russia. Sul suo profilo Twitter, successivamente, ha postato la foto della vittoria spagnola in Sudafrica nel 2010. Prima ancora, però, aveva cinguettato in maniera polemica dopo la papera di Muslera. Strana l'estate di Reina, strani gli effetti del pallone.

Tornato dalla Russia, Reina ha cominciato la sua avventura in rossonero. La stessa, però, potrebbe finire a breve: il Chelsea di Sarri è su di lui, il clamoroso trasferimento non è da escludere. Lo stesso Reina l'ha definito "un'ipotesi": se i Blues dovessero salutare Courtois potrebbero puntare sull'ex Napoli, versando nelle classe del Milan dai 6 ai 10 milioni di euro, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport. Una plusvalenza inaspettata, strana, paradossale. Come l'estate di Reina.

Paradossale esordio rossonero

Al contrario anche l'esordio del portiere con la maglia del Milan: l'incontro con il Manchester United è terminato 1-1, per stabilire il vincitore sono serviti ben 26 rigori. Una lotteria infinita, tanto da portare Gattuso a chiedere a Mourinho "i prossimi due li calciamo noi?", con annessi abbracci e sorrisi. 

Reina, da parte sua, si è messo in mostra con un esordio da capogiro: non solo ha parato 4 rigori, ma ha anche deciso di presentarsi dal dischetto e di calciare lui stesso un penalty. Risultato? Gol del portiere alla prima apparizione (e forse l'ultima?) con la maglia rossonera. In un'estate al contrario, c'era da aspettarselo.

Al termine del match, Reina ai microfoni di Milan TV ha dichiarato di voler giocare almeno 150 partite con i rossoneri. Difficile dire se ci riuscirà, vista anche la presenza di Donnarumma, che al momento resta comunque il titolare. Fortemente voluto dalla passata dirigenza (radicalmente cambiata dopo la rivoluzione societaria, altro aspetto piuttosto particolare del suo primo mese al Milan), ora il futuro dell'ex Napoli potrebbe capovolgersi nuovamente: la sua estate al contrario, dopo tutto, non è ancora finita.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.