Tour de France, finalmente Quintana! Thomas c'è, crolla Froome

Grande azione del colombiano, oggi impossibile da prendere. Secondo Daniel Martin, poi la maglia gialla di Thomas. Perde Froome, cambiano le gerarchie in casa Sky.

Tour de France, tappa 17 a Quintana: colombiano inarrestabile Getty Images

65 condivisioni 0 commenti

di

Share

La tappa più importante e difficile del Tour de France la vince Nairo Quintana. Il colombiano della Movistar, sul Col du Portet, stacca tutti e torna alla vittoria. Una grande azione per un corridore ritrovato. La maglia gialla c'è però: Geraint Thomas è il migliore dei big, terzo. Crollano Froome e Bardet.

In casa Sky ora le gerarchie sembrano chiare: il capitano è il leader della corsa. Froome negli ultimi chilometri non regge il ritmo infernale, sul traguardo arriva a 1’36” da Quintana.

Il Tour de France ha sempre più il suo padrone: Thomas comanda 1’59” su Dumoulin, 3° Froome a 2’31”, 4° Roglic a 2’47”. Quintana risale in quinta piazza a 3’30”. Il colombiano non vinceva sulle strade francesi dal 2013.

Tour de France, ecco la tappa più pazza del mondo

Semaforo verde, parte la 17esima tappa del Tour de France numero 105. Il via con i corridori in griglia di partenza come nelle Gran Fondo, o meglio ancora, in Formula 1. Una situazione surreale e mai vista, con gli organizzatori della Grand Boucle però convinti della propria scelta fin dall'inizio. E per finire, qualora le stranezze non bastassero, la frazione è lunga appena 65 km, di cui 40 in salita. Peyragudes, prima categoria (14,9 km al 6,9%), poi il Col de Val Louron-Azet (7,4 km all’8,3%), prima categoria, e ancora Col du Portet (16 km all’8,7%), fuori categoria, con i suoi 2.215 metri, salita inedita.

Kangert allunga subito, dietro ci sono Alaphilippe, Durasek ed Herrada Lopez. Quintana fora, sfortunato il colombiano. Sul Col de Peyragudes passa per primo Kangert, Alaphilippe a 15’’. L’estone dell’Astana aspetta il francesino e Durasek. In tre si avvicinano al Col de Val Louron-Azet, seconda salita di giornata. Dal gruppo invece, non si muove nessuno. La maglia a pois è scatenata ancora una volta, incredibile il suo stato di forma. Scollina lui per primo al secondo Col di giornata: mancano 28 chilometri all’arrivo.

Salita finale

C’è la cima più alta del Tour de France. Sedici chilometri di salita all’8,7% con punte del 15%. Kangert rimane da solo. Dietro ecco le prime mosse. Quintana scatta e fa il vuoto, Roglic risponde insieme a Froome e provano a riprendere il colombiano. Il corridore della Movistar ci prova, ma dietro la Sky, tirata da Poels, non molla. Riprende Kangert e si invola da solo verso il traguardo con 1'11'' dai big.

Attacca Thomas, Froome perde qualche metro: chiare ora le gerarchie della Sky. Offensiva anche di Dumoulin, ma tutti sono al massimo. Ultimo chilometro a tutta. Quintana si va a prendere la tappa, dietro Thomas stacca tutti e arriva a 48’’. Dopo poco passano anche Dumoulin e Roglic. Chi paga è Froome: sul traguardo perde 1’36”.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.