Caso Ozil, il procuratore risponde a Hoeness: "Dichiarazioni stupide"

Il presidente del Bayern Monaco aveva attaccato pubblicamente il giocatore dopo il suo ritiro dalla nazionale. Ora il procuratore risponde con fermezza.

138 condivisioni 0 commenti

di

Share

Passano i giorni, aumentano le polemiche. Il caso Mesut Ozil continua a tenere banco in Germania: negli ultimi giorni diversi media hanno affermato che la decisione del centrocampista dell'Arsenal di incontrare Erdogan in piena campagna elettorale, sia stata in realtà addirittura presa dalla fidanzata Amine Gülse.

La ragazza, così come tutta la sua famiglia, politicamente è molto vicina a Erdogan. Sono ovviamente solo supposizioni, quel che è certo però è che la Gülse, attraverso il proprio profilo Facebook, si è detta fiera di Mesut e del suo comportamento. D'altronde in questo momento ad attaccare il calciatore sono i tedeschi, a difenderlo i turchi.

E mentre si discute di lui, Ozil ieri ha pubblicato sui social il suo primo post successivo al suo ritiro dalla nazionale. Una foto che non ha fatto altro che innervosire ulteriormente i tifosi: nell'immagine si allena a Singapore insieme ai suoi compagni dell'Arsenal. Come se non fosse nemmeno venuto a sapere delle critiche.

Scandalo Ozil, il suo procuratore risponde a Hoeness

Erkut Sögüt, il procuratore di Ozil, ha alimentato le polemiche rispondendo a Hoeness che nei giorni scorsi aveva affermato che con il ritiro di Mesut dalla nazionale tedesca la Germania perdeva poco o nulla dal punto di vista tecnico. Frasi come:

Ozil non vince un contrasto dai Mondiali del 2014.

Vota anche tu!

Ozil ha fatto bene a ritirarsi dalla nazionale?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Per questo la reazione dell'agente di Ozil è stata dura, forse perfino più dura dell'intervento del presidente del Bayern Monaco:

Hoeness è andato completamente fuori tema. Ha spostato l'attenzione sulla questione principale che era il problema del razzismo e della discriminazione in Germania. Inoltre non può dimostrare che le sue stupide dichiarazioni, del tutto esagerate, siano vere.

Passano i giorni, aumentano le polemiche. Il caso Mesut Ozil continua a tenere banco in Germania. Anche perché ogni giorno qualcuno butta benzina sul fuoco.

Mesut Ozil con la maglia della nazionaleGetty
Mesut Ozil con la maglia della nazionale

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.