Atletica, campionati tedeschi: Hoffman vince il giavellotto

L’atletica tedesca si prepara alla grande per gli imminenti Campionati Europei di Berlino con tanti ottimi risultati ai Campionati nazionali a Norimberga.

0 condivisioni 0 commenti

Share

Andreas Hoffman ha vinto l’attesa gara del lancio del giavellotto maschile dei Campionati tedeschi di Norimberga stabilendo il record della manifestazione con 89.55m. Il ventiseienne tedesco ha conquistato il primo titolo nazionale della sua carriera precedendo il campione olimpico Thomas Rohler, che ha acciuffato il secondo posto all’ultimo tentativo con 88.09m. Johannes Vetter si è classificato terzo con 87.83m precedendo Julian Weber (84.62m).

Il campione olimpico in carica del lancio del disco Christoph Harting ha vinto il titolo tedesco a Norimberga grazie ad un primo lancio da 66.98m nell’unico tentativo effettuato. Gli altri due posti per gli Europei di Berlino sono stati assegnati a Daniel Jasinski (64.82m) e a Robert Harting, fratello di Christoph (63.92m). Robert concluderà la sua straordinaria carriera al prossimo meeting ISTAF di Berlino del 2 Settembre tre settimane dopo gli Europei che si disputeranno sempre nella stessa capitale tedesca.

Il getto del peso disputato nel centro di Norimberga venerdì ha visto i successi di Christina Schwanitz con 20.06m e di David Storl con 21.26m. Shanice Craft si è aggiudicata il lancio del disco femminile con 62.91m superando di 18 centimetri Nadine Muller (62.73m).

La saltatrice tedesca originaria di Zanzibar Malaika Mihambo ha conquistato il successo nel salto in lungo femminile con 6.72m precedendo Alexandra Wester (6.69m) e Julia Gerter (6.68m). 

Mateusz Przybilko, bronzo ai Mondiali Indoor di Birmingham, ha valicato l’asticella a 2.31m aggiudicandosi il salto in alto maschile.

La speranza del mezzofondo tedesco Konstanze Klosterhalfen, reduce da un infortunio, ha vinto un 1500 metri tattico in 4’06”34 davanti a Elena Burkard (4’06”51). Gesa Felicitas Krause si candida al podio europeo di Berlino dei 3000 siepi in 9’34”59.

La medaglia di bronzo dei Mondiali di Londra Pamela Dutkiewicz ha continuato il suo ritorno alla forma migliore vincendo i 100 ostacoli in 12”69 con vento contrario di -0.7 m/s. Cindy Roleder è stata squalificata in batteria per una partenza falsa. Gregor Traber si è aggiudicato la finale dei 110 ostacoli in 13”37 precedendo Erik Balnuweit (13”52).

La giovane stella dello sprint tedesco Gina Luckenkemper ha vinto la finale dei 100 metri femminile in 11”15 precedendo Lisa Marie Kwaiye (11”33). Kevin Kranz si è aggiudicato a sorpresa i 100 metri maschili in 10”28. Neele Eckardt ha vinto il duello del salto triplo con la campionessa europea indoor Kristin Gierisch per sei centimetri con un miglior salto di 14.21m. Il bronzo europeo under 20 Kanda Lita Baehre si è imposto nel salto con l’asta con 5.50m.

Campionati polacchi: Nowicki batte Fajdek, 79.59m di Wlodarczyk nel lancio del martello:

Il lancio del martello ha regalato gli acuti più importanti dei Campionati polacchi. Nella gara maschile Wojciech Nowicki ha battuto ancora una volta in questa stagione Pawel Fajdek con un lancio da 80.26m al quinto tentativo. Fajdek ha superato la barriera degli 80 metri con 80.14m ma si è dovuto accontentare del secondo posto.

Wojciech NowickiGetty Images

La primatista del mondo e campionessa olimpica e mondiale Anita Wlodarczyk ha vinto il lancio del martello femminile con 79.59m al quinto tentativo. Nella sua serie la fuoriclasse polacca ha realizzato altri due ottimi lanci da 77.05m e da 76.57m. Joanna Fiodorow ha migliorato il personale stagionale in seconda posizione con 74.25m.

Michal Haratyk si è aggiudicato il titolo del getto del peso con 21.85m superando Konrad Bukowiecki (21.04m). Piotr Malachowski si è imposto il getto del disco migliorando il personale stagionale con 65.78m.

Pawel Wojchiechowski ha battuto Piotr Lisek nel salto con l’asta con la stessa misura di 5.70m in virtù di un numero minore di errori. Justyna Smietanka ha conquistato il successo nel salto con l’asta femminile con 4.50m.

Ewa Swoboda vola sui 100 metri femminili in 11”12 aiutata da un vento a favore di +2.7 m/s. Klaudia Siciarz si è imposta nei 100 ostacoli in 12”74. Adam Kscczot e Sofia Ennaoui hanno vinto gare di 1500 metri molto tattiche in 3’46”24 e in 4’13”32. Marcin Lewandowski ha conquistato il titolo degli 800 metri in 1’50”27.

Campionati spagnoli di Getafe: Hortelano batte il record nazionale con 20”04

Bruno Hortelano ha illuminato i Campionati spagnoli di Getafe stabilendo il record nazionale sui 200 metri con un formidabile 20”04 in semifinale con vento a favore regolare di +0.8 m/s prima di vincere la finale in 20”15. In questa stagione Hortelano ha battuto anche il record spagnolo sui 400 metri con 44”69 al meeting di Madrid. Hortelano, nato in Australia da genitori spagnoli emigrati nel continente Down Under, è tornato quest’anno a grandi livelli dopo uno spaventoso incidente stradale nel quale riportò un grave problema ad una mano. In questa stagione il laureato in medicina presso la Cornell University negli Stati Uniti aveva corso in 20”35 a Hengelo, in 20”30 a Parigi e in 20”19 a Barcellona.

Oscar Husillos ha confermato il suo eccellente momento di forma vincendo la finale dei 400 metri in 45”22 precedendo Lucas Bua (45”45) e Samuel Garcia (45”58).

Orlando Ortega, reduce dal buon 13”18 realizzato a Montecarlo, ha vinto il titolo spagnolo sui 110 ostacoli in 13”32.

Ana Peleteiro ha realizzato un ottimo 14.55m nel salto triplo arrivando a soli nove centimetri dal record spagnolo. Aitor Ekobo ha vinto la finale dei 100 metri in 10”16 battendo di un centimetro il veterano Angel David Rodriguez. Pablo Torrijos ha superato la barriera dei 17 metri nel salto triplo con 17.23m con vento a favore di +2.2 m/s.

Alvaro De Arriba ha battuto Saul Ordonez sugli 800 metri in 1’48”82. Ordonez ha stabilito il record spagnolo a Montecarlo due giorni prima con 1’43”65.

Campionati russi a Kazan

Mariya Lasitskene ha vinto il titolo russo nel salto in salto con 2.01m precedendo Anna Chicherova (1.90m). Yekaterina Koneva ha realizzato un ottimo 14.79m con vento a favore (con tre altri salti eccellenti da 14.62m, 14.66m e 14.64m). Ivan Ukhov ha superato l’asticella a 2.32m nel salto in alto. I 1500 metri sono stati vinti Vladimir Nikitin con 3’35”85 in campo maschile e Aleksandra Gulyaaeva con 4’05”00.

Meeting di Heusden Zolder: Houlihan batte il record statunitense sui 5000 metri

Shelby Houlihan ha stabilito il record statunitense sui 5000 metri con l’eccellente tempo di 14’34”45 battendo di quattro secondi il precedente primato di Shannon Rowbury. Gli Stati Uniti hanno firmato la tripletta con Molly Huddle (15’01”44) e Karissa Schweizer (15’02”44).

Gara veloce anche sui 5000 metri maschili dove Chala Regasa ha fermato il cronometro in 13’06”98 precedendo Nibret Melak (13’07”27) e Dawit Wolde (13’10”65). Filip Ingebrigtsen, reduce dall’eccellente 1500 metri di Montecarlo, ha realizzato il minimo per gli Europei di Berlino sui 5000 metro con 13’30”48. L’ugandese Ronald Musagala ha vinto i 1500 metri in 3’36”59 precedendo di 30 centesimi di secondo Craig Engels, ma Eric Avila ha corso più velocemente nella serie B in 3’36”41.

Jonathan Borlée ha battuto il gemello Kevin sui 400 metri maschili per un decimo di secondo in 45”57. Jeffrey Gibson delle Bahamas ha vinto un buon 400 ostacoli in 48”98 davanti all’algerino Abdelmalik Lahoulou (49”01) e all’ex campione del mondo Nicholas Bett (49”27). Il trinidegno Kyle Greaux ha fatto registrare un buon 20”28 sui 200 metri davanti all’olandese Solomon Backarie (20”54).

Demireva supera 1.95 ai Campionati dei Balcani

La vice campionessa olimpica ed europea Mirela Demireva ha vinto il salto in alto con 1.95m ai Campionati dei Balcani di Stara Zagora in Bulgaria.

Anna Bongiorni eguaglia il personale sui 100 metri a Orvieto

Anna Bongiorni ha eguagliato il record personale sui 100 metri con 11”39 al meeting Trofeo Città di Orvieto precedendo Irene Siragusa (11”56) e Jessica Paoletta (11”62). Bongiorni, studentessa di medicina e figlia d’arte del primatista italiano della staffetta 4x400 Giovanni Bongiorni, si è aggiudicata i 200 metri in 23”52 davanti a Siragusa (23”59) e Paoletta (24”27).

Virginia Troiani ha vinto i 400 metri in 53”76 davanti a Maria Enrica Spacca (54”04). Eloisa Coiro ha stabilito il record personale con 54”04.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.