Bayern Monaco, Muller preoccupato: "Rischiamo la falsa partenza"

Con il cambio di allenatore, i tanti giocatori impegnati con la nazionale ai Mondiali e il malumore dei tedeschi i bavaresi possono faticare a trovare il bandolo della matassa.

383 condivisioni 0 commenti

di

Share

Che nessuno abbassi la guardia. Serve attenzione, perché altrimenti si rischiano brutte figure. E negli ultimi mesi Thomas Muller questo lo ha imparato. Il suo Bayern Monaco ha sorprendentemente perso la finale di Coppa di Germania facendosi sorprendere dall'Eintracht di Francoforte. Ancor più umiliante quanto successo ai Mondiali. La Germania, campione in carica e grande favorita per il titolo, è stata eliminata per la prima volta nella storia già alla fase a gironi.

Una figuraccia gigantesca. Sia col club che con la nazionale. In entrambi i casi Muller sa che gli avversari sono stati sottovalutati. Questo (in parte) il problema in cui si sono imbattuti Bayern Monaco e nazionale tedesca. Ed ecco che, in vista dell'inizio della stagione 2018-19 l'attaccante bavarese chiede massima attenzione ai compagni di squadra. Perché vuole evitare il terzo scivolone di fila.

Il 12 agosto il Bayern Monaco dovrà giocare la finale di Supercoppa contro l'Eintracht di Francoforte. E la gara i bavaresi la dovranno giocare in casa degli avversari. Partita delicata, anche perché i nazionali impegnati ai Mondiali ad oggi ancora non si sono mai allenati con la squadra (e con il nuovo allenatore). E allora c'è da stare attenti.

Vota anche tu!

Il Bayern Monaco vincerà la Champions League?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Bayern Monaco, Muller lancia l'allarme: "Rischiamo la falsa partenza" 

Il Bayern ha effettivamente alcune difficoltà oggettive da affrontare. I giocatori devono adeguarsi a Niko Kovac, appena diventato allenatore della squadra. Anche il tecnico croato deve però abituarsi al livello (e alla pressione) del club. Per lui è infatti la prima esperienza a questi livelli. Con i nazionali che ancora non hanno svolto nemmeno una seduta di allenamento con lui ci sarà bisogno di un po' di tempo per trovare l'intesa.

Non solo, perché i tedeschi (Neuer, Hummels, Boateng, Kimmich, Rudy, Muller) delusi dai Mondiali vanno anche rimotivati. Stesso problema per i giocatori (vedi Lewandowski...) che sono rimasti a Monaco senza esserne troppo entusiasti.

Thomas Muller con la maglia del Bayern MonacoGetty
Thomas Muller con la maglia del Bayern Monaco

L'anno scorso, quando al Bayern c'erano un po' di problemi fra la squadra e l'allenatore, l'inizio di stagione fu piuttosto deludente, al punto che Ancelotti venne cacciato (primo esonero arrivato già a settembre nella storia del club). Per questo Muller lancia l'allarme e chiede grande attenzione ai compagni di squadra:

Con Kovac e il suo staff cambia molto. Dobbiamo prima abituarci gli uni agli altri. Non do per scontato il fatto che vada tutto bene fin dall'inizio.

Insomma, il messaggio è chiaro: che nessuno abbassi la guardia. Serve attenzione, perché altrimenti si rischiano brutte figure.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.