WWE SmackDown - Furia Randy Orton su Jeff Hardy, Nakamura ringrazia

Nella puntata del roster blu successiva al PPV di domenica notte, subito rivincita per la United States Championship. The Viper però ha ancora qualche conto in sospeso.

140 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dopo Extreme Rules di domenica notte e la puntata di Raw di ieri, oggi per il wrestling WWE è il momento di SmackDown, in onda direttamente dalla Mohegan Sun Arena di Wilkes-Barre, in Pennsylvania. Lo show blu esce dal PPV con AJ Styles ancora campione a seguito del suo incontro con Rusev e con un nuovo United States Champions, Shinsuke Nakamura, dopo il match lampo con Jeff Hardy (sul quale poi ha infierito pure Randy Orton), che già stasera avrà l’occasione per la rivincita.

Ha sempre la cintura di campionessa femminile anche Carmella, riuscita ad avere di nuovo la meglio su Asuka sfruttando le intromissioni di James Ellsworth e restano detentori dei titoli di coppia i Bludgeon Brothers, che praticamente hanno dovuto combattere in un Handicap Match contro il Team Hell No, dopo l’attacco nel backstage che ha messo fuori uso (o quasi) Kane.

Ripartiamo dunque da qui per il racconto dello show blu del mondo del wrestling, che faremo come sempre nella rubrica WWE-ek SmackDown a cura di FOXSports. Oltre al rematch tra Jeff Hardy e Shinsuke Nakamura, già annunciata per stasera una puntata di MizTV, dove sarà celebrato il simbolico funerale del Team Hell No. Ma soprattutto, quello che vedremo stasera, sarà un incontro tra AJ Styles e l’ex NXT Champion, Andrade “Cien” Almas, dopo la sfida lanciata da Zelina Vega a poche ore dall’inizio dello show.

WWE SmackDown post Extreme Rules

Si parte con Jeff Hardy, che dice di sentirsi diverso. Non ha più la cintura di campione degli Stati Uniti, perché Shinsuke Nakamura si è rivelato ancora una volta scorretto e gliel’ha strappata. Adesso però vuole riprendersela subito, per questo già stasera avrà il suo rematch. Passiamo poi con l’inquadratura sul giapponese, che definisce Jeff un clown triste, che stasera farà piangere di nuovo.

AJ Styles vs Andrade “Cien” Almas (con Zelina Vega)

Si parte subito forte, con il match tra AJ Styles e Andrade “Cien” Almas, accompagnato ovviamente dalla manager Zelina Vega. Le aspettative su questo incontro non vengono disattese, perché i due come prevedibile danno vita a una sfida piacevole, che viene vinta dal campione WWE grazie alla Calf Crusher che porta all’immediata sottomissione del luchador.

Backstage

Vediamo Aiden English parlare disperato con Lana, per chiederle di fare da mediatrice e convincere Rusev a concedergli un’altra possibilità, nonostante quanto accaduto domenica a Extreme Rules. Lana dice che ci proverà.

Becky Lynch vs Mandy Rose (con Sonya Deville)

Passiamo ora all’incontro tra Becky Lynch e Mandy Rose (accompagnata da Sonya Deville). La sfida viene vinta dalla ragazza irlandese con la sua Dis-Arm-Her e subito dopo prende il microfono, per spiegare di essere pronta per tornare campionessa e sfidare Carmella.

Backstage

Paige stava osservando tutto nel suo ufficio, con lei anche Carmella. Le domanda se abbia sentito e la campionessa di SmackDown risponde di sì, ma non per questo è d’accordo. La GM le dice che dovrà affrontare Becky la prossima settimana e, se dovesse perdere, lo farà di nuovo a Summerslam, con il suo titolo in palio.

Vediamo poi Tye Dillinger che viene avvicinato da R-Truth. Perfect 10 lo ferma subito e gli dice di evitare discorsi di incoraggiamento perché è stato lui a incastrarlo in questa vicenda con Samoa Joe.

Tye Dillinger vs Samoa Joe

Arriva dunque il momento della sfida tra Tye Dillinger e Samoa Joe. Il Dieci Perfetto parte fortissimo, tentando di cogliere alla sprovvista il samoano, che però ci mette poco a rimettere le cose a posto, prendere il comando del match e imprigionare l’avversario nella Coquina Clutch decisiva che gli vale la vittoria.

The MizTV

Con The Miz sul ring per una nuova puntata del MizTV, viene “celebrato” il funerale simbolico del Team Hell No. Ovviamente il Supervip già sapeva che sarebbe finita così e inizia a prendere di mira in particolare Daniel Bryan, definendolo uno che non si rassegna all’evidenza, quella di non essere nessuno. Suona la musica della Faccia da Capra, The Miz manda avanti i “becchini” per fermarlo, ma l’ex GM di SmackDown sbuca da dietro e lo mette in fuga. Successivamente, al suono dei suoi “Yes” e di quelli del pubblico, va a segno con la zoccolata su uno dei malcapitati figuranti.

Kofi Kingston (con il New Day) vs Eric Young (con i SAniTy)

Dopo la vittoria dei SAniTy nel Table Match a Extreme Rules, nuovo incrocio con il New Day, stavolta in un incontro singolo tra Kofi Kingston ed Eric Young. Anche in questo caso a vincere è il rappresentante degli ex campioni di NXT, grazie alla Wheelbarrow Neckbreaker decisiva.

Jeff Hardy vs Shinsuke Nakamura (C)

United States Championship Match

Eccoci arrivati al main event della serata, il rematch tra Shinsuke Nakamura e Jeff Hardy per lo United States Championship. Stavolta l’incontro è vero, senza colpi bassi del giapponese prima dell’inizio. Il Cavaliere del Vento riesce ad assestare la sua Twist of Fate, a seguire pure la Swanton Bomb. Ma quando va per prendersi il conteggio di tre, arriva Randy Orton che lo trascina fuori dal ring decretandone la vittoria per squalifica (e conseguente mantenimento della cintura di Nakamura). Mr RKO continua il pestaggio a lungo (con Shinsuke attonito a osservare), con tanto di Viper DDT eseguita sul tavolo di commento. E con questo attacco senza senso si conclude la puntata di SmackDown. Per noi appuntamento alla prossima settimana con il wrestling WWE.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.