Premier League, Sarri si presenta: "Chelsea sfida affascinante"

La prima conferenza stampa da manager dei Blues: "È una sfida difficile, non voglio farmi influenzare. Conte? Risultati incredibili".

161 condivisioni 0 commenti

di

Share

La Premier League saluta un manager italiano e ne accoglie un altro sulla stessa panchina. Dopo aver detto addio ad Antonio Conte, il Chelsea lascia ufficialmente spazio alla voce di Maurizio Sarri, che si presenta nella prima conferenza stampa a Stamford Bridge.

Per riportare i Blues sul tetto d'Inghilterra, l'ex tecnico del Napoli ha bisogno di una rosa in grado di essere competitiva per tutto l'arco della stagione. Il percorso va costruito a partire dalla riconferma dei giocatori migliori:

Vorremmo mantenere i giocatori più forti, è quello che vorrebbe ogni manager e ogni club. Tuttavia, dovremo tener conto dell'evoluzione che avrà il calciomercato nelle prossime settimane, ma non voglio parlare dei trasferimenti o delle trattative. Mi vedo più come un field manager e non come un general manager, sono uno dei pochi che non è appassionato di calciomercato.

In virtù di queste evoluzioni, Sarri specifica che ci vorrà del tempo prima di vedere la sua mano sulla squadra. La Premier League, però, comincia prima di metà agosto:

Il mio compito è quello di far crescere i giocatori che ho e strutturare una squadra in grado di vincere. Alla fine del calciomercato, avrò più certezze sull'impostazione tattica del nuovo Chelsea. Abbiamo analizzato la situazione attuale e siamo tutti convinti che manchi ancora un po' di qualità, ma non possiamo ancora sbilanciarci su cosa succederà in estate.

Sarri in Premier League, la prima conferenza al Chelsea

Dalle trattative alle impressioni personali. È la prima esperienza estera per Sarri, che arriva in Premier League dopo aver sfiorato lo scudetto a Napoli. Qui, il suo predecessore ha vinto il titolo al primo anno:

È una sfida difficile, ma affascinante proprio per questo motivo. È il campionato che vanta i migliori manager del mondo e i migliori calciatori del mondo, il livello tecnico è superiore alla Serie A. Nonostante le difficoltà che so di trovare, non voglio subire pressioni o influenze da parte di nessuno: voglio sbagliare o fare bene con le mie mani.

sarriGetty Images
Sarri è al primo anno all'estero, sostituisce Conte dopo una Premier League e una FA Cup

Conte ha tracciato una via importante al Chelsea. Il nuovo manager apporterà delle modifiche, ma rispetta il lavoro fatto in passato:

I risultati ottenuti da Conte sono incredibili, ha vinto la Premier League al primo anno e se n'è andato vincendo una FA Cup. È un manager straordinario e tutte le componenti positive che ha introdotto vanno mantenute per il bene del club e della squadra. Sicuramente adotterò una filosofia ed un sistema di gioco diversi, ma riconosco la bontà del lavoro precedente.

Proprio quella filosofia, infine, è tra i fattori che necessitano di più tempo. Sarri spiega che il suo stile si vedrà nel corso della stagione e non dall'inizio:

Ci vorrà del tempo per vedere la forza reale della squadra, tutti i giocatori devono adattarsi ad un nuovo allenatore e questo può richiedere tempo. In più, alcuni devono ancora rientrare dalle vacanze dopo i Mondiali. Sono fiducioso, raccoglieremo frutti importanti.

Vota anche tu!

Sarri al Chelsea: farà bene?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.