Calciomercato Milan: Kalinic vicino all'addio, accordo con l'Atletico

Secondo Marca il croato sarebbe ormai a un passo dal trasferimento ai Colchoneros: l'avventura in rossonero per lui si chiude dopo appena una stagione decisamente deludente.

354 condivisioni 0 commenti

di

Share

A un mese esatto dalle chiusura delle trattative per la Serie A, il calciomercato Milan potrebbe entrare nel vivo già nei prossimi giorni registrando la prima cessione importante: dopo una sola stagione, giocata decisamente sottotono rispetto alle aspettative estive, Nikola Kalinic dovrebbe lasciare il club rossonero e l'Italia per accasarsi all'Atletico Madrid.

Dalla Spagna il noto quotidiano sportivo Marca ieri dava la trattativa già per conclusa, ipotizzando addirittura le visite mediche per la punta croata in programma già per la giornata di oggi: ma se sulle tempistiche non arrivano conferme, appare certo che l'avventura al Milan di Kalinic si possa dire ufficialmente già conclusa, e che l'ufficialità potrebbe arrivare all'indomani della nomina del nuovo CdA rossonero in seguito all'acquisizione del club da parte del fondo Elliott.

Si tratterebbe dunque soltanto di aspettare l'insediamento della nuova proprietà, che dovrebbe dare il via a una serie di operazioni che riguarderanno il calciomercato Milan soprattutto, inizialmente, in uscita: Nikola Kalinic, acquistato un'estate fa dalla Fiorentina nell'ambito di una campagna di rafforzamento che non ha prodotto come noto i risultati sperati, lascerà il club per una cifra che dovrebbe aggirarsi intorno ai 18 milioni di euro.

Nikola Kalinic in azione con la maglia del MilanGetty Images

Calciomercato Milan: Kalinic vicino all'addio, accordo con l'Atletico

Dopo essere riuscito a trattenere contro ogni pronostico il fresco campione del mondo - e candidato al Pallone d'Oro - Antoine Griezmann, ecco che l'Atletico Madrid di Diego Simeone affiancherà al francese un centravanti decisamente in cerca di riscatto e reduce da una stagione da dimenticare culminata con l'esclusione a Mondiali in corso dalla rosa della Croazia in seguito a un episodio avvenuto contro la Nigeria.

Chiamato a subentrare a partita in corso, l'attaccante avrebbe rifiutato giustificandosi con problemi fisici che hanno portato al suo allontanamento dal gruppo poi capace di raggiungere - senza di lui - la finale di Mosca di domenica: una presa di posizione, quella del ct Dalic, che per molti ha evidenziato come le questioni fisiche fossero in realtà una scusa dello stesso giocatore, indispettito per essere stato escluso dalla formazione titolare.

Questo episodio arrivava dopo un'annata decisamente da dimenticare disputata con la maglia del Milan: prelevato dalla Fiorentina come uno dei tanti volti nuovi di quello che doveva essere il nuovo corso rossonero, Kalinic ha completamente deluso le aspettative, non riuscendo mai a risultare decisivo e finendo per essere superato nelle gerarchie sia dall'altrettanto deludente André Silva sia dal giovanissimo Cutrone.

Nikola Kalinic in ginocchioGetty Images

Non si può dire comunque che sia sotto la guida di Montella che sotto quella di Gattuso il giocatore non abbia avuto occasione di mettersi in mostra: al termine della stagione le statistiche facevano registrare per lui un totale di 41 presenze tra campionato e coppe con la miseria di appena 6 reti segnate, score decisamente deludente per un giocatore che alla Fiorentina aveva mostrato ben altre qualità.

Nella girandola di nomi che erano circolati nello scorso calciomercato Milan, il suo non era certo stato uno dei più suggestivi, trattandosi di un centravanti che in carriera è spesso andato a fasi alterne: in Serie A, tuttavia, Kalinic sembrava aver trovato continuità in maglia viola, distinguendosi come un giocatore capace di segnare un buon numero di gol (33 in 84 partite nel biennio a Firenze) e di agire anche in funzione della squadra, una rinascita cominciata in Ucraina al Dnipro dopo che ai fasti giovanili in patria all'Hajduk erano seguiti due anni deludenti in Premier League al Blackburn Rovers.

Adesso la nuova tappa del croato, trent'anni compiuti lo scorso 5 gennaio, sarà la Liga, dove in coppia con Griezmann e sotto la guida di Diego Simeone potrà tentare una nuova rinascita: il Milan saluterà così un attaccante che ha deluso le aspettative e, incassati i 18 milioni dei Colchoneros, potrà provare a ripartire da un nome nuovo ancora da individuare, con i giornali che riportano le suggestive ipotesi legate a Higuain e Morata.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.