Serie B, Cesena: il fallimento è ufficiale. Si riparte dai Dilettanti?

Il CdA del club romagnolo ha aderito all'istanza di fallimento della Procura di Forlì: a vuoto gli ultimi tentativi di reperire fondi. Si chiude una storia lunga 78 anni.

Cesena Getty Images

386 condivisioni 0 commenti

di

Share

A nulla è servita quella salvezza che la squadra aveva ottenuto sul campo, grazie anche alla mossa del presidente Giorgio Lugaresi che a ottobre aveva chiamato Fabrizio Castori, affidandogli il compito di traghettare il Cesena fuori dalle secche della classifica di Serie B.

Missione compiuta a fine campionato, sì, ma purtroppo invano. I primi veri scricchiolii erano arrivati alle orecchie dei tifosi a campionato in corso, amplificati e certificati a maggio, quando la società aveva presentato un piano di risanamento per provare a iscriversi alla prossima Serie B.

Ma i debiti che da tempo stavano soffocando le casse del club romagnolo avevano superato anche i livelli di guardia: 73 milioni in totale, di cui una quarantina con l'Erario erano davvero troppi, al punto che dalla Procura della Repubblica di Forlì era arrivata nelle scorse settimane la richiesta di fallimento.

LugaresiGetty Images
Il presidente del Cesena Giorgio Lugaresi

Serie B, Cesena: il fallimento è ufficiale. Si riparte dai Dilettanti?

Tramontata in mattinata l'ultima possibilità di rientrare in gioco grazie a un fondo britannico, dal quale era emerso un pallido interesse per la situazione, e con essa l'ultima speranza di recuperare i 6 milioni di euro necessari per l’iscrizione alla Serie B, Lugaresi ha gettato la spugna, questa volta definitivamente. Il triste annuncio è stato affidato a uno stringato comunicato pubblicato sul sito del club:

L’A.C. Cesena comunica che il Consiglio di Amministrazione riunitosi in data odierna ha deliberato di aderire all’istanza di fallimento avanzata dalla Procura della Repubblica di Forlì.

Walter SchachnerGetty Images
Walter Schachner, al centro, in occasione di un recente evento a Cesena

In concreto, dunque, questo è l'ultimo atto dell'AC Cesena, un club che vanta 78 anni di storia, con 13 campionati di Serie A e una storica partecipazione alla Coppa Uefa nella stagione 1976-77, a seguito del sesto posto nel massimo torneo ottenuto l'anno precedente. Negli anni avevano vestito i colori del Cesena giocatori come Luigi Danova, Walter Schachner, Ruggiero Rizzitelli, Massimo Bonini, e, in tempi più recenti Nagatomo, Parolo e Candreva fra gli altri.

NagatomoGetty Images
Yuto Nagatomo con la maglia del Cesena

In breve i giocatori saranno svincolati, mentre la situazione è ora nelle mani del sindaco della città Paolo Lucchi che ha già indetto un bando pubblico per cercare forze nuove disposte a fondare una nuova società che  dovrebbe ovviamente ripartire dai Dilettanti, probabilmente dalla Serie D.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.