Napoli, Hamsik: "Rinato con Ancelotti. La Cina? Sistemavo tutti..."

Il capitano azzurro poteva dire addio, poi il ripensamento: "Affascinato dall'Oriente, ma qui ho trovato nuovi stimoli". E Ancelotti lo prova regista.

609 condivisioni 0 commenti

di

Share

Stava per salutare Napoli, la sua città e la sua squadra, Marek Hamsik. C’erano golose offerte dalla Cina, molto golose. Ci ha pensato, tirato fuori le valigie, poi il dietrofront. Rimango. Il centrocampista e capitano vuole stupire, segnare, far sognare i tifosi azzurri. La sua storia all’ombra del Vesuvio parla chiaro: 501 partite e 120 gol in 11 anni.

Lui, il simbolo di una società rinata, continua a credere nel progetto del presidente Aurelio De Laurentiis. Che ha rilanciato con Carlo Ancelotti, uno dei top allenatori. C’è fame di vittorie, non di soldi.

Così Hamsik è rimasto a Napoli rifiutando un super contratto milionario. Al Corriere dello Sport ha spiegato tutto il suo inizio estate, tra calciomercato e voglia di ripartire nella società che ormai lo ha adottato da tempo. La Cina forse può aspettare.

Napoli, Hamsik rimane: niente CinaGetty Images
Napoli, Hamsik rimane: niente Cina per il capitano

Napoli, Hamsik e il rifiuto alla Cina: continua la storia d’amore

Marek Hamsik ci ha pensato a lungo, stava anche per imbarcarsi sul primo aereo per la Cina. C’erano due offerte ricche, ricchissime, dallo Shandong Luneng e dal Tianjin Quanjian. Contratti da circa 35 milioni all’anno fino al 2021. La tentazione di lasciare Napoli è stata forte:

C’era la possibilità di sistemare definitivamente la famiglia. O meglio, diciamo le prossime generazioni. Ma anche la curiosità di conoscere un nuovo mondo: rimasi incuriosito, per quel poco che vedemmo quando andammo a giocare la finale di Supercoppa nel 2012.

Insomma, lo slovacco stava per accettare. Poi il dietrofront:

Avevo già dato una indicazione: se entro la data del ritiro non fosse successo, non ci sarebbero state più altre possibilità. La scadenza era il 9 luglio. E comunque non era la prima volta, questa, in cui nasceva una possibilità del genere. Con De Laurentiis ho un ottimo rapporto, speciale, diretto. L’ho subito informato.

Ora Marek è pronto a ripartire con Carlo Ancelotti. Una seconda vita al Napoli in un rapporto che non si è mai interrotto. Carletto lo vuole reinventare regista, un’opzione che lo stuzzica:

Mi intriga l’idea, sono pronto. Se può allungarmi la carriera? Non ci ho pensato. Quando il mister mi ha detto di provarci, mi ha regalato nuovi stimoli.

Ecco, stimolo, la parola giusta per ripartire con entusiasmo. La Cina non è mai stata così lontana. C’è solo il Napoli nel futuro di Hamsik.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.