Tennis, Wimbledon: Djokovic batte Anderson in 3 set e torna re

Con la vittoria sul sudafricano il serbo torna a vincere uno Slam: 6-2 6-2 7-6 il punteggio finale di una partita durata oltre 137 minuti.

Tennis, il serbo batte il sudafricano in 137 minuti Getty Image

393 condivisioni 0 commenti

di

Share

Cinque ore e 15' - divise in due giorni - per battere Rafael Nadal. Circa 140 minuti invece per diventare il re di Wimbledon: riecco Novak Djokovic. Il campione serbo s'è aggiudicato per la quarta volta in carriera lo Slam più antico della storia del Tennis, ha spazzato via Kevin Anderson con un netto 6-2 6-2 7-6 ed è tornato a trionfare al Centre Court.

Match senza storia, il break in apertura ha indirizzato immediatamente l'andamento della partita. Al gigante sudafricano non è bastato un giorno di riposo per recuperare dalla maratona di venerdì scorso contro Isner (26-24 al quinto).

Dall'altra parte Nole è rimasto concentrato per tutto l'incontro, ha sbagliato il meno possibile e si è limitato a rispondere con precisione. Qualche difficoltà è arrivata nel terzo set, per due volte Djokovic ha dovuto annullare ben quattro palle decisive (compiendo però anche 4 doppi falli negli ultimi due game) che avrebbero permesso ad Anderson di allungare la partita e portarla al quarto.

Novak Djokovic torna re di Wimbledon

Un successo dunque meritato, Novak Djokovic ha cancellato così quindici mesi passati a ritrovarsi, già ieri comunque si era regalato una finale di un torneo del Grande Slam dopo quasi due anni: era dagli Us Open 2016 che l'ex numero 1 del mondo non conquistava un traguardo simile.

Il peggio è passato, il corridore sfianca avversari è di nuovo leader tra le stelle del tennis mondiale, a fine gara - come di consueto - ha mangiato qualche filo d'erba del campo centrale di Wimbledon:

Aveva un sapore buonissimo - ha dichiarato sorridendo il serbo - sono felice che mio figlio possa essere testimone di questo successo, ringrazio mia moglie e tutto il mio team. Voglio fare le congratulazioni al mio avversario, ha giocato un torneo eccezionale. Crisi superata? Sono stato costretto ad avere fiducia nel processo che ho intrapreso per uscire fuori da un momento negativo. Tutti mi hanno sostenuto, non è stato semplice, ma non c'è posto più bello di Wimbledon per tornare grandi

Per Anderson la soddisfazione, a partire da domani, di raggiungere la quinta posizione della classifica Atp alle spalle di Del Potro, Zverev, Federer e Nadal. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.