Mondiali, pagelle Francia-Croazia: Griezmann il migliore, male Modric

La Coppa del Mondo la vince la squadra di Deschamps, nonostante una prestazione migliore dei croati: la stella dell'Atletico Madrid è il trascinatore.

718 condivisioni 0 commenti

di

Share

Non con una prestazione spettacolare, non con il calcio champagne che chiedono in Francia per valorizzare la qualità dei propri giocatori. Didier Deschamps riesce però a vincere questi Mondiali, con un netto 4-2 che mette in ginocchio una Croazia volenterosa e molto più brava nella costruzione del gioco.

Il cinismo francese però ha la meglio, con un Griezmann sugli scudi, trascinatore dei Bleus nella prima parte della gara.

Nella ripresa poi ci pensano Pogba e Mbappé a chiudere il discorso, rendendo vana la resilienza e la volontà dei croati (a segno con Perisic e Mandzukic), che devono accontentarsi di un comunque eccellente secondo posto in questi Mondiali.

Mondiali, le pagelle di Francia-Croazia

Francia (4-2-3-1): Lloris 5; Pavard 6, Varane 5,5, Umtiti 6, Hernandez 6,5; Pogba 6,5, Kanté 5,5 (dal 55' Nzonzi 6); Mbappé 6,5, Griezmann 7, Matuidi 6 (dal 73' Tolisso 6); Giroud 5,5 (dall'81' Fekir s.v.).

Croazia (4-2-3-1): Subasic 5,5; Vrsaljko 5,5, Lovren 6, Vida 6,5, Strinic 6 (dall'81' Pjaca s.v.); Rakitic 6, Brozovic 6; Rebic 6 (dal 71' Kramaric 6), Modric 5,5, Perisic 6,5; Mandzukic 6,5.

Francia

Lloris 5

Bella parata a inizio secondo tempo sul sinistro di Rebic e importante la sua uscita di petto dall'area poco dopo. Incolpevole sul gol di Perisic. L'errore che commette sul 4-2 di Mandzukic, però, resterà nella storia come uno dei più goffi da parte di un portiere nella storia dei Mondiali. Fortunatamente per lui non è stato decisivo.

Lloris nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Francia - Lloris

Pavard 6

Partita di ordinaria amministrazione, senza spingere mai e limitandosi ad affrontare di volta in volta gli esterni croati, che dalla sua parte non riescono a incidere.

Pavard nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Francia - Pavard

Varane 5,5

Sfortunato nel deviare il tiro di Perisic che vale il momentaneo 1-1, poi soffre un po' il fisico e la tecnica dei croati con qualche errore di troppo. Non una delle sue partite migliori.

Varane nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Francia - Varane

Umtiti 6

Soffre la fisicità di Mandzukic sulle palle alte, ma è il più lucido dei due difensori centrali francesi, soprattutto nel finale di primo tempo, quando la Francia sembra perdere acqua da tutte le parti.

Umtiti nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Francia - Umtiti

Hernandez 6,5

Così come Pavard dall'altra parte, anche lui non spinge quasi mai. Lo fa una volta sola e riesce a propiziare la rete di Mbappé, offrendogli un assist importante dopo una bella serpentina con la quale evita il ritorno su di lui di Mandzukic.

Hernandez nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Francia - Hernandez

Pogba 6,5

Realizza un gol pesantissimo, quello del 3-1, che probabilmente chiude una volta per tutte la partita. Il centrocampista del Manchester United riscatta così una prova in cui aveva sonnecchiato fino a quel momento, soffrendo contro il centrocampo croato.

Pogba a segno nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Francia - Pogba

Kanté 5,5

L'ammonizione al 27' lo condiziona nel resto della sua partita e i centrocampisti croati riescono sempre ad avere la meglio nei duelli individuali con lui. Deschamps lo sostituisce pochi minuti dopo l'inizio del secondo tempo.

Kanté nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Francia - Kanté

Mbappé 6,5

Nel primo tempo non si vede praticamente mai, arginato dalla gabbia croata costruita su misura per lui. Nella ripresa però cambia musica e le sue accelerazioni spaventano Strinic. Con un destro apparentemente non irresistibile riesce anche a togliersi lo sfizio di segnare a nemmeno vent'anni in una finale dei Mondiali, chiudendo la partita con la rete del 4-2.

Mbappé a segno nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Francia - Mbappé

Griezmann 7

Si conquista con astuzia il calcio di punizione (molto generoso) con il quale la Francia sblocca la partita, grazie a una sua parabola velenosa che costringe Mandzukic a deviare il pallone nella sua stessa porta. Realizza con freddezza il rigore del 2-1 e in generale è protagonista di una prova a tutto campo, da vero leader di questa Francia vincitrice della Coppa del Mondo.

 Antoine Griezmann con la Francia nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Francia - Antoine Griezmann

Matuidi 6

Dal suo mancato intervento nasce il tocco di mano di Perisic che provoca il rigore del 2-1. Il suo compito è quello di dare equilibrio tra centrocampo e attacco, ma ci riesce pochissimo, soprattutto nel primo tempo.

Matuidi nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Francia - Matuidi

Giroud 5,5

Un solo guizzo in tutta la sua partita, quello con il quale mette Griezmann nelle condizioni di tirare a inizio secondo tempo. Per il resto tanto lavoro sporco, senza però farsi mai vedere in zona gol.

Giroud nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Francia - Giroud

Croazia

Subasic 5,5

Si fa sorprendere dal tocco all’indietro di Mandzukic e non riesce a confermarsi pararigori sul tiro dagli undici metri di Griezmann. Non ha colpe sulla rete di Pogba, qualche dubbio invece sul tiro che consente a Mbappé di segnare il quarto gol.

Subasic nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Croazia - Subasic

Vrsaljko 5,5

Questa volta non riesce a spingere con grossa continuità, pur avendo apparentemente molto più spazio del suo collega sulla fascia opposta.

Vrsaljko nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Croazia - Vrsaljko

Lovren 6

In difesa non ha particolari compiti, perché Giroud non si vede quasi mai. In fase di impostazione sbaglia qualcosa di troppo e sui calci piazzati a favore non riesce a incidere.

Lovren nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Croazia - Lovren

Vida 6,5

Spettacolari e tempestivi alcuni suoi interventi in scivolata ad arginare la velocità degli attaccanti avversari. Protagonista anche in fase offensiva con i suoi colpi di testa e con l'assist per Perisic sull'1-1. L'unica macchia della partita è quel calcio d'angolo provocato per eccesso di zelo: proprio da lì nasce l'episodio del rigore del 2-1 francese.

Vida nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Croazia - Vida

Strinic 6

Regge bene il confronto con Mbappé, anche perché riesce a sfruttare il supporto su quella fascia di Vida e Rebic. Prova anche a proporsi in fase offensiva, ma con poca lucidità. Nella ripresa perde convinzione e soffre un po' di più il confronto con il numero 10 transalpino.

Strinic nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Croazia - Strinic

Rakitic 6

Stavolta non gioca dopo aver avuto 39 di febbre e si vede. È tra i migliori della Croazia, sempre pericoloso con i suoi calci piazzati e capace di inventare azioni pericolose con le sue solite intuizioni geniali. Purtroppo per lui e per la sua Nazionale non è sufficiente.

Rakitic nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Croazia - Rakitic

Brozovic 6

È l'autore del "fallo" da cui nasce il gol dell'1-0 della Francia, tanta qualità (a volte anche troppa, come in occasione del tunnel "suicida" di tacco a Pogba al limite della sua area). Una buona prova davanti alla difesa.

Brozovic nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Croazia - Brozovic

Rebic 6

Ha l'occasione per il pareggio subito dopo il 2-1 della Francia, ma non riesce a sfruttarla. In avvio di secondo tempo bel sinistro, parato da Lloris. Mette in apprensione costante la difesa francese, ma non riesce a incidere.

Rebic nella finale dei Mondiali con la CroaziaGetty Image
Mondiali, Croazia - Rebic

Modric 5,5

Primo tempo in naftalina, cerca di uscire alla distanza trascinando i suoi compagni, ma proprio quando lui sembra essere pronto per il salto di qualità nel corso della finale, tutto il resto dei suoi compagni mollano la presa e permettono alla Francia di dilagare.

Modric nella finale dei Mondiali con la CroaziaGetty Image
Mondiali, Croazia - Modric

Perisic 6,5

È l'uomo più pericoloso della Croazia. Pareggia la partita con un sinistro potente, poi commette un'ingenuità (anche con un pizzico di sfortuna) con la quale regala il calcio di rigore ai francesi. Ci prova fino alla fine, ma deve arrendersi anche lui.

Perisic, a segno con la Croazia nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Croazia - Perisic

Mandzukic 6,5

Sfortunato in occasione dell'autogol, compensa poco dopo partecipando attivamente alla costruzione del gol del pareggio. Poi colpi di testa importanti e la rete che riaccende le speranze della Croazia, emblema della sua volontà di non smettere mai di crederci.

Mario Mandzukic, sfortunato in occasione dell'autogol nella finale dei MondialiGetty Image
Mondiali, Croazia - Mario Mandzukic

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.