Mondiali 2018, i tatuaggi ottimisti dei tifosi inglesi: "Nessun rimpianto"

Dopo l'ottima partenza dell'Inghilterra ai Mondiali c'è stato un sensibile incremento di tatuaggi: in molti hanno già celebrato la vittoria finale.

309 condivisioni 0 commenti

di

Share

Cara dolce scaramanzia che ci fai stare con i piedi per terra. Cara dolce scaramanzia che ci fai evitare gesti sconsiderati. Cara dolce scaramanzia tanto naturale per gli italiani quanto sconosciuta all'estero. I tifosi inglesi, per esempio, hanno dimostrato di non sapere proprio che cosa sia la scaramanzia. E un giorno, chissà, potrebbero pentirsene.

L'Inghilterra ai Mondiali 2018 è partita forte: vittoria con la Tunisia, goleada con Panama, vittoria tutto sommato facile anche contro la Svezia ammazza-grandi. Sognare era lecito. I desideri però devono restare segreti per far sì che si avverino. E proprio questo hanno sbagliato gli inglesi, che hanno invece sbandierato i propri sogni, rendendoli non solo pubblici ma anche indelebili.

In molti, dopo la partenza razzo dell'Inghilterra ai Mondiali 2018, hanno infatti deciso di tatuarsi il proprio sogno sulla pelle. È la storia del 32enne James Richardson, che dopo la vittoria contro la Svezia ai quarti di finale ha deciso di farsi tatuare la Coppa del Mondo sul fianco. Poi la scritta:

Inghilterra campione del mondo 2018.

Mondiali 2018, la storia dei tatuaggi dei tifosi inglesi

Richardson però non si pente, anzi, si dice orgoglioso del percorso della sua Inghilterra, al punto che si vanta con orgoglio del proprio tatuaggio:

Ho vissuto le migliori due settimane della mia vita. Sono stato così orgoglioso di essere inglese e l'eliminazione non cambierà questo.

I tifosi dell'Inghilterra in RussiaGetty
I tifosi dell'Inghilterra in Russia

Simile la storia di Teddy Allen. Il tifoso inglese si è tatuato il volto di Harry Kane sulla coscia sinistra. D'altronde l'attaccante del Tottenham nelle prime due partite dei Mondiali 2018 aveva realizzato 5 gol, sognare era lecito. Oltre al ritratto di Kane, Teddy si è lasciato scrivere addosso due frasi molto emblematiche: "World Cup Winners 2018" sulla coscia e "It's coming home" sul polso. Alla fine però l'Inghilterra è implosa, perdendo sia la semifinale che la finale terzo-quarto posto. Quei tatuaggi però resteranno per sempre. Storie che in Italia difficilmente esistono. Merito della cara e dolce scaramanzia che ci fa stare con i piedi per terra.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.