Mondiali 2018, Francia-Croazia: la moviola

Ci sono diversi dubbi sul gol dell'1-0 segnato dai francesi, corretto invece l'utilizzo della VAR in occasione del fallo di mano di Perisic.

107 condivisioni 1 commento

di

Share

Una storica finale dei Mondiali. Come è giusto che sia. A certi livelli ogni partita resta negli annali. Sia per i vinti che per i vincitori. La finale di Mosca però resterà per sempre la prima nella quale si è dovuti ricorrere alla VAR. E restano comunque dei dubbi sull'operato dell'arbitro argentino Nestor Pitana.

Andiamo con ordine: in questa edizione dei Mondiali, la prima nella quale c'era il supporto della VAR, la tecnologia non ha affatto sfigurato. Considerando che molti arbitri nei rispettivi campionati non l'avevano ancora mai testata, anzi, è andata anche piuttosto bene. Restano però alcuni dubbi concettuali su come (e quando) avvalersi della moviola in campo.

Il primo gol francese da questo punto di vista è davvero al limite. La rete nasce sugli sviluppi di una punizione fischiata in seguito a un intervento di Brozovic su Griezmann. Il contatto, visto al replay, non sembra irregolare. La moviola, però, da regolamento non può intervenire, eppure da quella punizione nasce l'1-0. Sbaglia Pitana, non la VAR (che non può intervenire) dunque. Attenzione però: se gli allenatori potessero richiedere l'intervento della tecnologia, probabilmente l'1-0 non ci sarebbe stato.

Vota anche tu!

Gli allenatori dovrebbero essere autorizzati a chiamare la Var?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Mondiali, Francia-Croazia: la moviola

L'1-0 della Francia, indipendentemente dal fatto che fosse giusto o meno fischiare la punizione, è comunque irregolare. Sulla battuta di Griezmann, Pogba parte in posizione di irregolare. Il centrocampista francese contende poi il pallone a Mandzukic, il croato è costretto a intervenire e, spizzando il pallone, sorprende Subasic. Sbaglia la terna arbitrale e sbaglia anche il VAR Irrati, che probabilmente valuta la posizione di Pogba ininfluente. In un mischione però (nel quale ogni minima deviazione pu essere decisiva) la posizione di un giocatore al quale è indirizzata la palle può davvero essere passiva?

Pitana richiamato dal Var in occasione del rigoreGetty
Pitana richiamato dal Var in occasione del rigore

Giusto invece l'intervento del VAR in occasione del rigore assegnato alla Francia sul risultato di 1-1: sull'angolo di Griezmann, Perisic, con il braccio largo, muove l'arto verso il pallone e lo devia. Il rigore (il primo fischiato in una finale dei Mondiali grazie alla VAR) è giusto. Da quel momento la Francia si riporta in vantaggio e non perde più il controllo della partita. Prendendosi la coppa al termine di una gara che, comunque, resterà storica. E per i francesi anche particolarmente dolce.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.