Premier League, Sarri al Chelsea: come cambiano i Blues adesso?

Il tecnico ex Napoli sbarca a Stamford Bridge dopo un lungo tira e molla: tutti i possibili cambiamenti dei Blues e gli scenari di mercato.

948 condivisioni 0 commenti

di

Share

Maurizio Sarri è il nuovo tecnico del Chelsea, la firma tanto attesa è arrivata. Tutto è bene quel che finisce bene, con il mister campano che subentra ad Antonio Conte in sella ad una delle panchine più illustri di tutta la Premier League. Quarta guida tecnica proveniente dal Bel Paese in neanche 7 anni per il club di Roman Abramovich, che dopo Carlo Ancelotti, Roberto Di Matteo e il già citato Antonio Conte si affida all'ex Sorrento risolvendo l'annosa questione legata al suo addio al Napoli. Il neo-allenatore dei londinesi dovrebbe percepire oltre 6 milioni di euro a stagione fino al 2021.

Sarri, che volerà in Premier League senza il suo staff storico, potrà avvalersi di una vera e propria istituzione della cultura Blues come Gianfranco Zola. Decisive, nella mancata ricongiunzione con il suo gruppo di lavoro, le divergenze sorte tra quest'ultimi e lo stesso mister campano.

Adesso, con un ritiro già cominciato e un ambiente un po' stranito dal bizzarro avvicendamento tecnico, starà a Sarri ricompattare un organico deluso dai risultati della scorsa stagione. Importante sarà puntare subito con decisione ad una campagna acquisti di spessore, con Jorginho che può già considerarsi il primo degli acquisti made in Italy del Chelsea.

Premier League: come si muoverà il Chelsea di Sarri sul mercato?

Importanza cruciale ricopriranno le scelte in sede di mercato, con il Chelsea che cercherà di accontentare il suo neo-tecnico regalandogli degli acquisti già infarinati sulla cultura calcistica che verrà sposata. In tal senso, dopo Jorginho, è possibile che i Blues possano anche tornare alla carica per Kalidou Koulibaly. Nonostante il probabile patto di non belligeranza tra il Napoli e i londinesi, infatti, non è da escludere un nuovo tentativo per portare il centrale senegalese in Premier League.

Difficile, invece, che i partenopei possano anche porgere soltanto un orecchio alle richieste per Hysaj e Zielinski. Gonzalo Higuain, invece, resta l'obiettivo numero uno per l'attacco dei Blues, privi di un centravanti di peso dopo l'addio di Diego Costa nel gennaio scorso. Bocciato Morata, che lascerà l'Inghilterra dopo la deludente stagione disputata.

Vota anche tu!

Premier League: l'arrivo di Sarri al Chelsea porterà altri "italiani" a Stamford Bridge?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Sarri al Chelsea: tutti i cambi tattici

L'approdo di Maurizio Sarri al Chelsea offrirà ai Blues l'opportunità di tornare ad un 4-3-3 di ancellottiana memoria in termini di filosofia, anche se con dettami e movimenti decisamente diversi. Addio dunque alla difesa a 3, accantonata in favore di una linea a 4 con un esterno di spinta - come potrebbe essere Marcos Alonso - e uno di ripiegamento. Possibile, allora, che Azpilicueta possa tornare nel suo ruolo originale di terzino destro, con i centrali che sarebbero Rudiger e Christensen.

A centrocampo, probabilmente, Kanté verrà spostato nel ruolo di mezzala, sempre qualora restasse a Londra. Al suo fianco Jorginho, regista centrale con uno tra Fabregas, Barkley e Bakayoko pronto a completare il reparto in base alle varie necessità tattiche in fase di avanzamento o copertura. In attacco, al momento, gli unici certi del posto sarebbero Willian ed Hazard, con Giroud terminale offensivo in attesa dell'arrivo del tanto agognato centravanti di spessore internazionale.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.