Mondiali, Griezmann: "Pallone d'Oro? Non mi interessa, meglio il titolo"

In conferenza stampa il bomber francese dice la sua: dalle frasi di Courtois all'Atletico Madrid, dall'importanza di Kanté e Deschamps al... Ballon d'Or.

869 condivisioni 0 commenti

di

Share

La Francia è a un passo dalla storia. Se domenica dovesse battere la Croazia nella finale dei Mondiali di Russia 2018, si aggiudicherebbe finalmente il suo secondo titolo, il primo lontano dal suolo patrio, e Deschamps entrerebbe nel ristretto novero di coloro che hanno vinto la Coppa del Mondo sia da giocatore che da allenatore.

Antoine Griezmann ha solo 27 anni, ma di finali se ne intende: per rimanere solo agli eventi di primissimo livello, il francesino ne ha già giocate tre. Perse le prime due, quelle del 2016 - con l'Atletico Madrid la Champions League contro il Real Madrid e subito dopo, con la Nazionale, gli Europei contro il Portogallo - vinta la terza, quella dell'Europa League 2018:

Ho fatto una grande partita contro il Marsiglia, spero di fare la stessa cosa domenica.

L'attaccante francese ha risposto alle domande dei media nella conferenza stampa di presentazione dell'ultimo match dei Mondiali, quello che assegnerà il titolo. Apparentemente sereno e disteso, Grizi - ha detto di preferirlo a Grizou - ha parlato del clima che si respira nel ritiro dei transalpini, delle parole di Courtois e di molti altri argomenti.

Mondiali, Griezmann: "Pallone d'Oro? Meglio vincere il titolo"

Griezmann ha spiegato come Deschamps abbia fatto le sue scelte e come queste scelte stiano pagando visto che il sogno è a un passo. Ma anche chi è stato penalizzato dalle decisioni del ct non ha messo il broncio: il gruppo, insomma, è granitico e ha un solo obiettivo, vincere i Mondiali. Tanto che l'attaccante non ha mostrato dubbi:

Abbiamo l'opportunità di vincere la Coppa del Mondo. Non mi frega niente del Pallone d'Oro in questo momento, penso solo a dare tutto domenica.

GriezmannGetty Images

E a proposito delle accuse di difensivismo lanciate alla Francia da Courtois dopo la semifinale, Griezmann ha risposto di fioretto:

Lui ha vinto in questo modo all'Atlético e al Chelsea, pensa di giocare al Barça? (ride). Non mi interessa di essere percepito come un campione del mondo "schifoso", mi interessa solo la stella.

L'importanza di Kanté e Pogba

In avanti la Francia schiera un trio - con lui ci sono Mbappé e Giroud - che farebbe la gioia di qualsiasi allenatore, ma Antoine non nasconde che la forza dei Blues sta nella fase difensiva, che lui conosce bene grazie a Simeone, e nella capacità di trasformarla in offensiva in men che non si dica, grazie al lavoro prezioso di Kanté:

N'Golo non ha perso una partita da quando gioca in Nazionale, è impressionante. Mi ricorda un po' Casemiro col Real Madrid e col Brasile.

Griezmann Pogba KantéGetty Images
Griezmann con Pogba e Kanté in una pausa degli allenamenti

Modric e Rakitic sono due grandissimi giocatori, molto importanti per la Croazia. A Griezmann scappa un sorrisino quando ammette che Deschamps ha un piano per fermarli. E chissà che quel piano non si chiami Paul Pogba:

Paul è stato anche capitano al Manchester United e questo lo ha aiutato parecchio. È cresciuto molto, è più aperto nei confronti dello spogliatoio, parla di più, dà consigli, lavora tanto per la squadra.

E per tutta la squadra l'obiettivo è uno solo, la seconda stella.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.