Mondiali, un attore in finale: arbitra Nestor Pitana

L'arbitro ha partecipato a La Furia, film del 1997 diretto da Juan Bautista Stagnaro. È il secondo argentino a dirigere una finale, dopo Elizondo nel 2006.

391 condivisioni 0 commenti

di

Share

Sfuma l'obiettivo di un arbitro italiano in due finali consecutive dei Mondiali. Francia-Croazia assegnerà la Coppa del Mondo domenica sera, ma a dirigere il match non ci sarà Gianluca Rocchi. Il successore di Nicola Rizzoli, arbitro di Germania-Argentina nel 2014, è l'argentino Nestor Pitana.

Quarantatreeenne di Corpus, un piccolo paese al confine tra Argentina e Paraguay, Pitana è alla sua nona direzione ai Mondiali. Quattro anni fa si fermò ai quarti di finale, dirigendo Germania-Francia dopo 3 partite dei gironi: Russia-Corea del Sud, Stati Uniti-Portogallo e Svizzera-Honduras. Quest'anno, invece, chiuderà la sua esperienza in Russia con 5 match e, soprattutto, arbitrando il primo e l'ultimo incontro: Russia-Arabia Saudita e Messico-Svezia ai gironi, Croazia-Danimarca agli ottavi e Francia-Uruguay ai quarti, prima della finale di domenica.

Sarà il secondo arbitro argentino in una finale dei Mondiali. Prima di lui Horacio Elizondo, designato nel 2006 per il trionfo dell'Italia di Marcello Lippi. La Francia, a distanza di 12 anni, ritrova un sudamericano, con l'auspicio di non concludere la serata con lo stesso esito.

Nestor PitanaGetty Images
La Francia ritrova un argentino nella finale dei Mondiali: Elizondo nel 2006, Pitana nel 2018

Mondiali, Pitana è anche un attore

Non tutti sanno che Nestor Pitana è qualcosa in più di un semplice arbitro. Ha ottenuto l'abilitazione per l'insegnamento di educazione fisica, ma fin qui nulla di strano. Ciò che colpisce, invece, è la sua carriera precedente: prima di essere un direttore di gara, l'argentino è stato un attore.

Nel 1997, infatti, Pitana ha preso parte al film di Juan Bautista Stagnaro, La Furia. Quello del regista e produttore argentino è un film d'azione, incentrato sul contrabbando e sul narcotraffico internazionale, che si sviluppa a partire proprio dalla provincia di Misiones, terra d'origine dell'arbitro.

Nestor Pitanataringa.net
Nestor Pitana e il suo passato da attore: ne La Furia era una guardia penitenziaria

Pitana ricopre il ruolo di guardia penitenziaria, prendendo parte a diverse scene del film non solo come semplice comparsa. Domenica, però, sarà tutto vero: non sarà impegnato in un carcere di massima sicurezza, ma avrà comunque il compito di tenere a bada Francia e Croazia nel match con la più alta posta in gioco esistente nel calcio.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.