Mondiali 2022 in Qatar, la conferma della FIFA: si giocherà in inverno

Il presidente della FIFA Gianni Infantino ha confermato le date della prossima manifestazione, che si svolgerà dal 21 novembre al 18 dicembre. Incerto il numero delle squadre partecipanti.

4k condivisioni 0 commenti

di

Share

Quando mancano appena due giorni alla fine dei Mondiali di Russia, per la FIFA è già tempo di pensare al futuro, alla prossima edizione che si svolgerà in Qatar tra quattro anni. Nella conferenza stampa organizzata per salutare la fine del torneo, il presidente del massimo organismo calcistico internazionale ha ringraziato gli organizzatori di questa edizione ed ha inoltre confermato che la prossima si svolgerà dal 21 novembre al 18 dicembre 2022.

Una data assolutamente inedita: mai nel corso delle loro 21 edizioni i Mondiali sono andati in scena in un periodo diverso da giugno e luglio, che coincide del resto con la fine dei maggiori campionati e che di conseguenza libera i giocatori dagli impegni legati ai club permettendo loro di dedicarsi alla più importante rassegna calcistica al mondo.

Una rivoluzione necessaria: il clima desertico del Qatar, estremamente afoso e con temperature che nel periodo estivo dell'emisfero boreale possono anche sfiorare i 50 gradi, ha reso necessario quello che rimane un cambiamento epocale a cui per l'occasione i calendari della maggior parte dei campionati nazionali dovrà per forza adeguarsi.

Mondiali 2022 in Qatar, la conferma della FIFA: si giocherà in inverno

Come questo avverrà ci sarà tempo per scoprirlo, quello che è certo è che la 22esima edizione dei Mondiali di calcio segnerà una svolta straordinaria, l'ennesima, nella storia della competizione: per la prima volta si giocherà in un Paese arabo e in maggioranza musulmano e si svolgerà in un periodo in cui notoriamente le stagioni della maggioranza dei Paesi sono appena entrate nel vivo.

A questo si potrebbe aggiungere anche una rivoluzione della formula: inizialmente Qatar 2022 doveva essere l'ultima edizione della Coppa del Mondo a prevedere la partecipazione di 32 squadre, ma come ha confermato Gianni Infantino durante la conferenza la FIFA starebbe vagliando la possibilità di anticipare il format a 48 squadre previsto per il 2026 di un'edizione. Saranno dunque effettuate delle verifiche sulla fattibilità dell'operazione, mentre è certo che sarà ancora presente il VAR, che in Russia ha riscontrato l'apprezzamento della FIFA.

I Mondiali del 2022 in Qatar si concluderanno con la finale del 18 dicembre: questa data coincide con il "giorno del Fondatore", la giornata che festeggia l'unificazione del Qatar da parte di assim bin Mohammed al-Thani avvenuta nello stesso giorno del 1878. Le due finaliste giocheranno nel Lusail Iconic Stadium, impianto che dovrebbe ospitare quasi 90mila persone e che come tutti gli altri stadi costruiti in occasione dei Mondiali dovrebbe riuscire a garantire il massimo comfort tanto agli spettatori quanto ai calciatori in campo.

Lo stadio farà parte di una città, Lusail, attualmente in costruzione che sorgerà a 15 chilometri di distanza da Doha e che dovrebbe ospitare una popolazione compresa tra i 250mila e i 300mila abitanti, un progetto tanto enorme quanto sfarzoso che costerà in tutto oltre 45 miliardi di dollari e che comprenderà isole artificiali, centri commerciali, boutique di lusso e alberghi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.