Milan: il nuovo CdA elegge presidente Paolo Scaroni

La prima mossa di Elliott: sostituiti i quattro membri cinesi del CdA ed elezione di Scaroni a presidente. Ex ad di Enel ed Eni, è stato anche presidente del Vicenza.

398 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il nuovo Milan targato Elliott muove i primi passi. Paul Singer, boss dell'hedge fund americano, aveva chiarito le proprie intenzioni con un comunicato emesso nei giorni scorsi:

Creare stabilità finanziaria e di gestione; ottenere successi di lungo termine per AC Milan cominciando dalle fondamenta, assicurandosi che il club sia adeguatamente capitalizzato; e condurre un modello operativo sostenibile che rispetti le regole della UEFA sul Financial Fair Play.

Oltre a una bella iniezione di fiducia "liquida": 50 milioni subito per dare stabilità nell'immediato e ulteriori finanziamenti promessi per il futuro. Mentre creare stabilità di gestione vuol dire un Consiglio d'Amministrazione subito e nomi nuovi.

E Singer non ha traccheggiato: in poco più di 48 ore ha convocato il Consiglio che ha deliberato - e non poteva essere altrimenti - la sostituzione dei quattro membri cinesi, ovvero Li Yonghong, il suo braccio destro Han Li, Xu Renshuo e Lu Bo, ed eletto il nuovo presidente nella persona di Paolo Scaroni.

ScaroniGetty Images
Paolo Scaroni è stato ad di Enel e di Eni

Milan: il nuovo CdA elegge presidente Paolo Scaroni

Elliott ha voluto marcare il territorio, mettendo nella stanza dei bottoni del Milan una figura di peso e rilievo assoluto. Paolo Scaroni, che sedeva già nel Consiglio d'Amministrazione del club, è stato infatti ad di Pilkington, Enel ed Eni. Vicentino, quasi 72 anni, Scaroni si è laureato alla Bocconi e ha conseguito un master in business administration alla Columbia University di New York. Ha lavorato inizialmente alla McKinsey e poi alla Saint-Gobain, presidente della divisione vetro a Parigi.

Vicepresidente e ad di Techint, nel 1992 finisce nelle maglie di Tangentopoli: indagato per aver pagato tangenti al Psi, patteggia una condanna a 16 mesi. Attualmente è vicepresidente di Rothschild, siede, fra l'altro, nel CdA di Generali, è nel board della Fondazione Teatro alla Scala e nell'International Advisory Council della Bocconi.

ScaroniGetty Images
Scaroni con John Elkann e Sergio Marchionne

Scaroni non è nuovo a impegni di rilievo nel mondo del calcio. Dal 1997 al 1999, infatti, ha ricoperto il ruolo di presidente del Vicenza Calcio e ha posseduto a lungo azioni del Milan, che gli erano state cedute direttamente dall'allora presidente Berlusconi. Vicino all'ex premier, ora Scaroni sarà il punto di riferimento e l'interlocutore principale di Elliott nel club rossonero.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.