Cristiano Ronaldo alla Juventus: è giallo sulla prima maglia autografata

Dietro alla prima maglia firmata da CR7 e postata sui social da una bimba sembra esserci un episodio da commedia all'italiana che potrebbe avere dei risvolti giudiziari.

1k condivisioni 1 commento

di

Share

Eravamo tutti felici che la prima maglia della Juventus autografata da Cristiano Ronaldo fosse in possesso di una bambina. La bella favola della piccina che, quasi inconsapevole del valore del cimelio, era semplicemente al posto giusto nel momento giusto, aveva suscitato un pizzico di commozione e montagne di invidia facendo il giro del mondo.

Lo scenario. Martedì il blitz di Andrea Agnelli al resort greco dove CR7 trascorre le vacanze con la famiglia va a buon fine: c'è la stretta di mano e si passa al brindisi, immortalato nelle immagini che tutti abbiamo visto.

La bimba, innocente e forse inconsapevole della fama di chi ha davanti, passa di lì, magari per andare in spiaggia, assiste alla scena e si ritrova in mano una maglia bianconera. Cristiano Ronaldo adora i bambini e si offre di firmargliela. Fotografare il cimelio e pubblicarlo sui social è una cosa sola e, da lì, tutto il mondo lo vede.

Cristiano Ronaldo alla Juventus: è giallo sulla prima maglia autografata

"Tutto molto bello", avrebbe detto Pizzul. Peccato però che le cose non siano andate proprio così. A svelarlo è Carmine Rossi, inviato in Grecia di Sportitalia, parte lesa di una vicenda che sembra affondare le radici in un film della commedia all'italiana. Niente "Noio volevan savuar" né tentata vendita della fontana di Trevi o del Colosseo, ma comunque una truffa bella e buona. Sabato Rossi acquista in Italia una maglia della Juventus e parte per il Westin Resort Costa Navarino in Grecia, la località dove Cristiano Ronaldo attende Agnelli. Ovviamente la struttura è esclusiva, niente giornalisti please, ma l'inviato di Sportitalia non si perde d'animo e contatta un turista di Foligno che alloggia al Westin e gli chiede il favore.

"Tranquillo, ci penso io" e la consegna alla figlia. Di qui in poi sappiamo come è andata... salvo che poi il gentile turista è scomparso dai radar del povero Rossi che aspettava sempre meno fiducioso fuori dal resort. Fino a quando ha visto la "sua" maglia, con la preziosa sigla, su Instagram accompagnata dalle sognanti parole della piccina.

Mentre pare che il furbacchione abbia già messo in vendita il cimelio su Ebay, ricevendo un'offerta da almeno 13mila euro, Sportitalia ha denunciato il fatto tramite il direttore Michele Criscitiello, che in un secondo tempo ha anche annunciato azioni legali, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza. E il bianconero si tinge di giallo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.