Meeting di Lignano Sabbiadoro: Emmanuel Korir 44”52 sui 400m

I due record del meeting del keniano Emmanuel Korir sui 400 metri e del giapponese Naoto Tobe nel salto in alto sono stati gli acuti della bella serata del Meeting Internazionale Sport e Solidarietà di Lignano Sabbiadoro.

12 condivisioni 0 commenti

di

Share

Emmanuel Korir ha illuminato la ventinovesima edizione del Meeting Sport e Solidarietà organizzato con passione da Giorgio Dannisi allo Stadio Teghil di Lignano Sabbiadoro con un eccellente record del meeting di 44”52. Korir è cresciuto sportivamente alla University of Technology di El Paso ed è allenato dal campione olimpico degli 800 metri di Seul 1988 Paul Ereng. Grazie ai record personali sui 400 metri di 44”21 realizzato ai Campionati keniani di Nairobi a fine Giugno e sugli 800 metri di 1’43”10 ottenuto lo scorso anno a Montecarlo Korir vanta la migliore combinata di sempre sulle due distanze.

Korir ha preceduto gli statunitensi Marcus Chambers (45”57) e Josephis Lyles, fratello dell’uomo più veloce del 2018 Noah Lyles (45”70). Il campione europeo under 20 di Grosseto 2017 Vladimir Aceti si è classificato quarto eguagliando il record stagionale con 46”26. Nella seconda serie Matteo Galvan è tornato ad esprimersi sotto i 46 secondi con 45”75 dopo due anni ottenendo il minimo per gli Europei di Berlino. Il vicentino si è classificato secondo alle spalle dello statunitense Vernon Norwood (45”56) ma davanti al vice campione olimpico degli 800 metri Nijel Amos (45”82) e all’altro azzurro Michele Tricca (46”45).

Il ventiseienne giapponese Naoto Tobe ha battuto due volte il record del meeting detenuto dal lontano 1991 dal bahamense Troy Kemp superando 2.30m e 2.32m al secondo tentativo prima di andare all’attacco senza successo del record nipponico alla quota di 2.34m. Il bahamense Trevor Berry si è classificato secondo con 2.24m prima di passare 2.26m e 2.28m e tentare senza successo tre prove a 2.30m.

Lignano Sabbiadoro: Naoto TobeGetty Images

Lignano Sabbiadoro: tutti i risultati del Meeting

La specialista statunitense dell’eptatlon Erika Bougard ha conquistato il successo sui 100 ostacoli in 12”95

Il campione giamaicano dei 100 metri del 2018 Tyquendo Tracey ha vinto i 100 metri in 10”23 con vento contrario di -1.0 m/s precedendo il connazionale e compagno di allenamenti Nesta Carter (10”28) e il sudafricano Henricho Bruintjies (10”30). Tyson Gay, secondo sprinter della storia con 9”69, ha corso la batteria in 10”46 con vento contrario di -1.4 m/s prima di rinunciare alla finale. Il trentacinquenne statunitense é tornato a gareggiare a Lignano dove iniziò la sua carriera internazionale tanti anni fa. Il campione italiano di Trieste 2017 Federico Cattaneo si è classificato terzo in 10”50 con vento contrario di -1.4 m/s. Jonielle Smith ha completato la doppietta giamaicana nello sprint vincendo i 100 metri femminili in 11”36 con vento contrario di -0.7 m/s precedendo la statunitense Kaylin Whitney (11”54) e Brittany Brown (11”57).

I velocisti giamaicani del team MVP allenati dai fratelli Steven e Paul Francis fanno base per il tredicesimo anno consecutivo nell’affascinante località balneare friulana durante la stagione estiva dei meeting. Tra le star caraibiche che si allenano sulla pista del Teghil ci sono anche Shelly Ann Fraser Pryce e Elaine Thompson, le vincitrici degli ultimi tre titoli olimpici dei 100 metri. Le due sprinter giamaicane hanno fatto anche quest’anno da testimonial solidali delle gare riservate ai ragazzi disabili degli Special Olympics regalando come negli anni scorsi un bel momento di festa.

Elaine ThompsonGetty Images

Elaine Thompson e altri atleti giamaicani hanno preso parte alla serata benefica “A Cena con i campioni” in veste di testimonial a favore della Comunità del Melograno Onlus, che dal 1996 opera a favore di persone adulte con disabilità intellettive. Thompson ha detto di sentirsi grata dell’ospitalità offerta da Lignano, diventata una sorta di seconda casa per gli atleti giamaicani.

La serata di Lignano Sabbiadoro ha regalato buoni risultati anche nel mezzofondo veloce. La britannica Alexandra Bell ha vinto gli 800 metri femminili in 2’00”13 precedendo Lauren Johnson (2’00”87) e l’azzurra Yusneisi Santiusti (2’01”80 record stagionale).

L’australiano Joshua Ralph si è aggiudicato gli 800 metri in 1’46”68 nella gara dove il campione italiano assoluto del 2017 Stefano Migliorati ha migliorato il record personale con 1’47”53. Il britannico Neil Gourley ha vinto i 1500 metri in un buon 3’36”54. Il livornese di origini mozambicane Joao Bussotti ha sfiorato il record stagionale sui 1500 metri con 3’38”40. La statunitense Elinor Purrier (campionessa NCAA indoor 2018) si è imposta sui 1500 metri in 4’07”79. La vicentina Elena Bellò ha migliorato il record personale classificandosi settima in 4’12”31.

Un altro momento clou del meeting di Lignano la gara dei 400 ostacoli maschili dedicata al finalista olimpico di Londra 1948 Ottavio Missoni. Il russo Timofey Chalyy ha vinto la seconda serie in 49”27 precedendo il campione italiano in carica Lorenzo Vergani, che è sceso sotto i 50 secondi per la seconda volta in questa stagione con 49”76. Il bahamense Jeffrey Gibson (bronzo ai Mondiali di Pechino 2015) si è aggiudicato la prima serie in 49”34 davanti al sudafricano Cornel Fredericks (49”53).

La vice campionessa del Commonwealth Brooke Stratton ha vinto il salto in lungo con 6.67m davanti alla statunitense Taliyah Brooks (6.58m).

Nel lancio del disco maschile lo statunitense Sam Mattis ha battuto il campione statunitense Reggie Jagers (61.88m). Il campione paralimpico Oney Tapia ha avvicinato il suo record del mondo per la categoria non vedenti F11 con 45.50m.

Desalu corre in 20”76 a Barcellona

Lo spagnolo Bruno Hortelano (campione europeo ad Amsterdam 2016) ha vinto i 200 metri del meeting di Barcellona in 20”19. Il campione italiano dei 200 metri Eseosa Fausto Desalu si è classificato quarto in 20”76 alle spalle del trinidegno Kyle Greaux (20”31).

Lignano Sabbiadoro: Bruno HortelanoGetty Images

L’irlandese Clara Magean si è imposta sui 1500 metri in 4’04”13 davanti alla portoghese Marta Pen (4’04”53) e dell’asustraliana Linden Hall (4’04”88). Nasi Abbas ha prevalso sui 400 metri maschili in 45”56 precedendo di un solo centesimo di secondo Emmanuel Bammidele. L’equadoregna Angela Tenorio ha avuto la meglio sui 100 metri femminili in 11”23. 

Tre successi italiani nell’incontro internazionale di salti di Avila

L’Italia ha conquistato tre successi individuali nell’incontro internazionale tra Spagna, Italia e Portogallo dedicato ai salti ad Avila in Spagna grazie a Dariya Derkach nel salto triplo femminile con 14.05m (minimo per gli Europei di Berlino), a Desirée Rossit, tornata a superare 1.90m dopo due anni nel salto in alto femminile e a Marco Fassinotti, primo nel salto in alto maschile con 2.21m. Rossit non saltava così in alto dalla qualificazione delle Olimpiadi di Rio 2016 quando superò 1.94m centrando l’ingresso in finale. Alessia Trost si è classificata seconda con 1.84m. Derkach ha avuto la soddisfazione di battere la campionessa europea in carica Patricia Mamona. Fassinotti ha realizzato tutte le misure alle quote di 2.10m, 2.15m, 2.18m e 2.21m al primo tentativo prima di sbagliare tre prove a 2.24m.

Lignano Sabbiadoro: Marco FassinottiGetty Images

Laura Strati e Kevin Ojaku si sono classificati terzi nel salto in lungo rispettivamente con 6.43m e con 7.68m (con vento contrario di -2.1 m/s). La spagnola Juliet Itoya si è aggiudicata il salto in lungo femminile con 6.88m con vento a favore di +2.4 m/s poche settimane dopo il 6.83m a Giochi del Mediterraneo di Tarragona. Lo spagnolo Hector Santos (bronzo agli Europei under 20 di Grosseto) si è imposto con 7.83m.

Edoardo Accetta ha superato i 16 metri classificandosi terzo nel salto triplo con 16.02m nella gara vinta da Paolo Torrijos con 16.92m. Elisa Molinarolo si è classificata terza nel salto con l’asta con 4.20m nella gara vinta dalla spagnola Maialen Axpe con 4.30m. La Spagna ha vinto la classifica generale per nazioni con 66,5 punti davanti all’Italia (58,5 punti) e al Portogallo (42 punti). 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.