WWE, Rusev a FOXSports.it: "Brava Juventus, CR7 acquisto da Rusev Day"

Il Leone di Bulgaria racconta il successo quasi inaspettato dell'ultimo anno e trova il tempo pure per commentare l'acquisto di Cristiano Ronaldo dalla Juve.

244 condivisioni 0 commenti

di

Share

Esistono dei fenomeni a cui non si può trovare una spiegazione, bisogna prenderne atto e basta. Tra questi c’è ciò che è successo nell’ultimo anno in WWE, in particolare a Rusev, il “Bruto bulgaro” o il “Leone di Bulgaria” (come viene definito nelle telecronache italiane su SkySport). Lui, nella classica logica della contrapposizione tra buoni e cattivi del mondo del wrestling, rientra nell’ultima categoria, quella che nel gergo tecnico viene definita degli “Heel”.

In quanto tale, ovviamente, veniva fischiato ogni volta che metteva piede sul ring. Poi, però, qualcosa è cambiato, senza nemmeno che fosse parte del copione. Perché con la nascita del “Rusev Day” si è aperta una nuova fase della carriera del due volte campione degli Stati Uniti.

È nato tutto quasi per caso, a seguito di Summerslam del 20 agosto 2017, dopo la bruciante sconfitta di Rusev (definita la più grande umiliazione della sua carriera) per mano di Randy Orton, che in appena 10 secondi (e una RKO) aveva ottenuto la vittoria. Da quel momento l’obiettivo del bulgaro è stato quello di prendersi la vendetta per onorare la sua patria, riuscendoci nella puntata di SmackDown del 19 settembre successivo, sconfiggendo The Viper in pochi secondi (grazie all’intromissione di Aiden English). Per questo, la settimana dopo, il 26 settembre 2017, è stato il primo “Rusev Day” della storia, celebrato in pompa magna dallo stesso bulgaro e Aiden English sul ring.

WWE, la nascita del fenomeno “Rusev Day”

È proprio in quell’occasione che il wrestler canterino, diventato prima suo compagno e poi suo manager, gli ha dedicato una canzone, intonando le parole “Rusev Day”. A rovinare la festa ci ha pensato di nuovo Randy Orton, con RKO rifilate a entrambi, ma il succo non cambia: quelle due semplici parole hanno letteralmente conquistato gli Stati Uniti. Nelle puntate successive, infatti, è stato sempre un crescendo della mania da “Rusev Day” (perché ogni giorno è Rusev Day), fino ad arrivare ai cori creati ad hoc cantati ogni volta che il Leone di Bulgaria e Aiden English (e pure la moglie Lana) entrano sul ring.

La maglietta “Rusev Day” è diventata in poche settimane tra gli oggetti più venduti dal merchandising della WWE, certificando il successo nato da questa iniziativa. E oltre alle soddisfazioni dal punto di vista del marketing, ci sono pure quelle professionali.

L’escalation di rinnovata popolarità ha infatti portato anche a un “push” di Rusev, al tal punto che a Extreme Rules, il prossimo PPV in onda nella notte tra domenica 15 e lunedì 16 luglio (diretta scritta qui su FOXSports a partire dall’una), il bulgaro avrà l’opportunità di combattere per la prima volta in carriera in un incontro con il palio il titolo massimo, quella WWE Championship attualmente detenuta da AJ Styles.

Rusev si racconta a FOXSports.it

Per parlare di questo e molto altro, la redazione di FOXSports lo ha intervistato nel corso di una conference call direttamente dagli Stati Uniti. E la prima domanda è stata proprio sul Rusev Day e sulle sue impressioni dopo quasi un anno dalla sua nascita:

Non credo si possa parlare di anniversario, perché ogni giorno è sempre stato Rusev Day. Devo dire però che non avrei mai pensato che potesse avere un simile successo, ha coinvolto tutti. L’abbiamo creato dopo la mia vittoria su Randy Orton in sette secondi. Probabilmente nessuno se lo aspettava. Doveva essere un modo per farmi “odiare” ancora di più, invece abbiamo ottenuto l’effetto contrario e dopo 4 anni di fischi, adesso ricevo applausi. Ne sono felice, perché posso essere davvero me stesso in questa nuova versione.

È innegabile che questa ondata di popolarità lo abbia aiutato a raggiungere la sua prima chance per diventare campione del mondo in WWE:

Sicuro, al 100%. Tutto quello che è successo ha influito decisamente nella mia carriera. Sono quattro anni ormai che faccio parte dei main roster e prima della nascita del Rusev Day non avevo mai avuto un’occasione del genere.

L'inaspettato augurio alla Juventus e Cristiano Ronaldo

Prima di parlare del suo prossimo incontro a Extreme Rules con AJ Styles, però, abbiamo una curiosità che in questo periodo non possiamo proprio evitare di domandare. L’intervista è stata realizzata alle 19 del 10 luglio, quindi subito dopo l’ufficialità del passaggio di Cristiano Ronaldo alla Juventus. E considerato che Rusev in passato non ha mai nascosto di essere tifoso del Real Madrid, proviamo a prenderla alla larga chiedendogli se ci sia una squadra italiana preferita. Ecco come ci ha risposto, in modo decisamente sorprendente:

In Italia a dir la verità non c’è una squadra che seguo in particolare. Però devo dire che la mia famiglia è legata in qualche modo alla Juventus, mio fratello ne era tifoso. A proposito, ho visto quello che è appena successo e vorrei fare i complimenti al club bianconero per aver perfezionato l’acquisto di un top player come Cristiano Ronaldo per 105 milioni di euro. Soldi che entrano direttamente nelle casse del Real Madrid... E questa è stata la miglior notizia di oggi.

Dopo questa parentesi in cui Rusev conferma di essere informatissimo (e aggiornato praticamente in tempo reale) sul calcio, torniamo al wrestling e al suo prossimo incontro con AJ Styles:

Non sono affatto preoccupato. Sono un lupo affamato, voglio sfruttare l’occasione che mi è stata concessa per la prima volta. Sono pronto ad affrontare qualsiasi ostacolo, ad abbattere ogni porta che si frapporrà tra me e l’obiettivo. Voglio conquistare la cintura WWE e festeggiare al meglio il Rusev Day.

E niente, alla fine si torna sempre lì. A quelle due semplici parole che messe l'una al fianco dell'altra hanno conquistato l’America del wrestling. E che hanno costruito la sua fortuna, in attesa di vedere cosa accadrà a Extreme Rules.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.