Napoli, il discorso di Ancelotti: "Sono qui per vincere"

L'allenatore ha spronato i suoi calciatori nel raduno dell'hotel Vesuvio. In entrata fari su Benzema dal Real Madrid: un tweet fa sognare i tifosi azzurri.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Vincere non può essere un concetto che spaventa se in bacheca hai cinque Champions League - un tempo Coppa dei Campioni - vinte da calciatore e da allenatore, unite a quattro campionati, quattro coppe nazionali e tre supercoppe conquistate in cinque Paesi diversi. Carlo Ancelotti, nuovo allenatore del Napoli dopo l'addio tra gli azzurri e Maurizio Sarri, non ha dubbi sulla sua missione.

Le prime parole rivolte allo spogliatoio azzurro dall'allenatore di Reggiolo nella hall dell'Hotel Vesuvio, sede del raduno prima di partire per il ritiro di Dimaro, sono state raccontate sulle colonne del Corriere dello Sport: la scelta del presidente Aurelio De Laurentiis di puntare su uno degli allenatori più vincenti nel panorama calcistico europeo rivela l'intenzione di registrare un cambio di rotta. Dopo i record di punti e i traguardi sfiorati nell'era Sarri, a Castelvolturno e dintorni vogliono tornare a sollevare trofei.

Migliorare lo score europeo dopo le eliminazioni premature da Champions League ed Europa League nella stagione 2017/2018 sarà una delle priorità del Napoli targato Carlo Ancelotti. Un obiettivo affidato a chi ha festeggiato la "decima" con il Real Madrid nel 2014. Sfida presto accolta, come sembra che l'allenatore abbia assicurato a Callejon e compagni sin dalle prime ore di lavoro:

Inutile nascondersi in questo momento. Sono qui per vincere qualcosa d’importante.

Napoli, Ancelotti e il discorso ai suoi calciatori: ora si attende il calciomercato

Se dopo nove anni trascorsi all'estero tra Chelsea, Paris Saint-Germain, Real Madrid e Bayern Monaco, Carlo Ancelotti ha deciso di tornare in Italia, non è per essere un comprimario. Messaggio chiaro, trasmesso a uno spogliatoio che attende il salto di qualità. Quello definitivo, dopo tre anni a ritmi altissimi conditi da due secondi posti e un terzo posto in Serie A. Ambizioni che l'allenatore ha rilanciato sin dal primo scambio di battute con il suo nuovo gruppo di lavoro.

Le prime immagini arrivate dalla Val di Sole, sede del ritiro del Napoli a Dimaro, ritraggono un Carlo Ancelotti sorridente e concentrato. Il rischio che il gruppo venisse smantellato, con le clausole di Albiol, Mertens e Callejon che avevano suscitato diverse attenzioni e le sirene per Hamsik dalla Cina, è stato scongiurato. La società non ha intenzione di cedere i suoi gioielli e punta a smaltire la rosa attraverso la cessione di alcune seconde linee - Chiriches, Grassi, Roberto Insigne, Ciciretti - guardando anzi al calciomercato in entrata con fiducia e ambizione.

La consapevolezza che per completare la rosa, dopo gli arrivi di Meret, Karnezis, Verdi e Fabian Ruiz, serva ancora qualcosa è presente anche nella mente di Ancelotti e del suo staff. Quale sarà la caratura dei prossimi arrivi, lo dirà il mercato: nelle ultime ore un tweet di Karim Benzema, attaccante del Real Madrid che celebrava i 9 anni vissuti in Spagna, ha scatenato le fantasie dei tifosi del Napoli. Poche ore dopo è stato lo stesso 31enne francese a correggere il tiro, ma la suggestione resta valida. Così come le idee che portano in fascia destra a Lainer e Arias. Nuovo allenatore, vecchie idee, asticella alzata: la corsa del Napoli verso la stagione 2018/2019 parte con questo spirito.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.