Atletica, Lucerna: McNeal 12”44 sui 100h, Edward 19”90 sui 200m

L’ostacolista statunitense Brianna McNeal e il velocista panamense Alonso Edward hanno regalato i migliori risultati dello Spitzen Leichtathletik Meeting allo Stadio Allmend di Lucerna, tappa svizzera del circuito European Athletics.

McNeal Getty Images

7 condivisioni 0 commenti

Share

Brianna McNeal ha dominato i 100 ostacoli in un eccellente 12”44, tempo che eguaglia il record del meeting detenuto dalla kazakha Olga Shishigina dal lontano 1995. La campionessa olimpica in carica di Rio de Janeiro 2016 è arrivata a sei centesimi dalla sua migliore prestazione mondiale dell’anno di 12”38 realizzata in occasione della tappa della Diamond League di Stoccolma. McNeal debuttò da professionista nel 2013 proprio sulla pista di Lucerna poche settimane dopo aver vinto i titoli NCAA e ai Campionati Nazionali. In quella stagione conquistò successivamente il titolo mondiale a Mosca. La medaglia di bronzo dei Mondiali di Londra Pamela Duktiewicz ha migliorato il record stagionale in seconda posizione con 12”67.

Atletica, super McNeal a Lucerna: "Ho corso una gara perfetta"

Brianna McNeal:

Ho corso una gara perfetta. Mi piace molto questo meeting. Debuttai in Europa proprio a Lucerna. I fans sono straordinari

L’altra gara copertina del meeting di Lucerna è stata quella dei 200 metri maschili, dove il panamense Alonso Edward ha firmato il quinto miglior tempo mondiale dell’anno con 19”90 arrivando a nove centesimi dal personale stabilito nel 2009 in occasione della medaglia d’argento ai Mondiali di Berlino alle spalle di Usain Bolt. Il giamaicano Akeem Bloomfield ha battuto il record personale con 20”00 poche settimane dopo il secondo posto ai Campionati NCAA di Eugene sui 400 metri in un eccellente 43”94 alle spalle di Michael Norman.

Edward aveva precedentemente vinto la serie B dei 100 metri in 10”02, tempo migliore rispetto allo statunitense Michael Rodgers, vincitore della prima serie in 10”08 davanti a Yohan Blake (10”12) e al primatista cinese Su Bingtian (10”14). Edward ha un personale stagionale di 10”01 realizzato a Cochabamba nel mese di giugno.

La grande protagonista della serata è stata la sprinter svizzera Mujinga Kambundji, che ha vinto i 100 metri in 11”12 davanti a Carina Horn (11”13), Jenna Prandini (11”14), Michelle Lee Ahye (11”22) e a Shelly Ann Fraser Pryce (11”22 nella sua prima gara europea stagionale dopo la maternità). La sprinter elvetica si è ottimamente comportata anche sui 200 metri dove ha sfiorato di otto centesimi di secondo il record personale con 22”48 classificandosi seconda alle spalle della giamaicana Sherika Jackson, vincitrice in 22”40. L’azzurra Gloria Hooper si è classificata settima in 23”28 poche settimane dopo l’argento in 23”09 e il bronzo con la staffetta 4x100 ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona

Mujinga Kambundji:

Questo successo significa molto per me perché è la mia prima vittoria a Lucerna. Sono particolarmente contenta dei 200 metri nonostante la stanchezza. Agli Europei di Berlino punto prima ad andar in finale e poi a vincere una medaglia. Prima di Berlino correrò ancora ai Campionati svizzeri, a Bellinzona e a Montecarlo

La giamaicana Janieve Russell è scesa per la seconda volta in questa stagione sotto i 54 secondi sui 400 ostacoli con 53”63 precedendo la campionessa olimpica di Rio de Janeiro Dalila Muhammad (53”79).

L’ungherese Balasz Baji ha vinto i 110 ostacoli in 13”33 precedendo di due centesimi di secondo lo statunitense Devon Allen.

L’estone Magnus Kirt ha vinto l’attesa gara del giavellotto con 85.42m battendo per la seconda volta in questa stagione il campione olimpico del giavellotto Thomas Rohler (84.25m). Kirt si era già imposto sul tedesco un mese ai Paavo Nurmi Games di Turku. Vittoria tedesca nel giavellotto femminile per l’ex campionessa europea under 23 Christin Hussong con 62.65m. Settimo posto dell’azzurra Zahra Bani con la misura di 56.74m.

Angelica Bengtsson e Jenn Suhr hanno condiviso il primo posto a pari merito nel salto con l’asta femminile con 4.70m. Pochi giorni fa Bengtsson aveva migliorato il record personale con 4.72m a Losanna.

La due volte campionessa olimpica del getto del peso Valerie Adams si è imposta con 18.67m davanti ai suoi fans svizzeri provenienti dalla vicina Magglingen dove la neozelandese si allena durante l’estate.

Il bronzo olimpico di Rio de Janeiro Clayton Murphy ha vinto gli 800 metri in volata in 1’46”41 precedendo di sette centesimi di secondo Alfred Kipketer. La giamaicana Natoya Goule si è aggiudicata gli 800 metri femminili in 2’00”32.

Grande progresso dell’azzurra Isabel Mattuzzi, che è diventata la sesta italiana di sempre sui 3000 siepi femminili con 9’50”60 nella gara vinta dalla keniana Caroline Tuicong in 9’32”61.

Marco Lingua si è classificato terzo nel lancio del martello maschile con 72.67m alle spalle degli statunitensi Sean Donnelly (75.30m) e Alex Young (73.98m).

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.