Argentina, Sampaoli resta ct: mancanza di alternative e clausola alta

La riunione tra Claudio Tapia e Daniel Angelici, presidente e vice presidente dell'AFA, ha partorito una non-decisione: il ct resta e allenerà l'Under 20 nel torneo dell'Alcudia.

360 condivisioni 0 commenti

di

Share

I Mondiali della sua Argentina non sono stati indimenticabili, ma Jorge Sampaoli è stato lo stesso confermato commissario tecnico della nazionale. Nonostante sia stato spesso indicato come colpevole numero uno per il gioco (?) espresso dall'Albiceleste e per l'uscita agli ottavi di finale contro la Francia, guiderà ancora Messi e compagni nel nuovo ciclo. La sua testa era stata chiesta da tutta l'opinione pubblica argentina, con a capo l'ex stella del calcio mondiale Maradona che più volte si era scagliato contro il ct per le scelte tecniche e tattiche prima e durante i Mondiali.

Nella conferenza stampa post Francia il ct aveva dichiarato che non avrebbe rassegnato le dimissioni e che si sarebbe preso qualche giorno per riflettere. I giorni sono passati e il tempo se l'è preso sia lui che la Federcalcio argentina, ma alla fine quella che sembrava una decisione scontata, ossia il suo esonero, non è stata presa. Anzi, Sampaoli sarà ancora il tecnico dell'Argentina fino al 2022.

La riunione tra Claudio Tapia e Daniel Angelici, presidente e vice presidente dell'AFA, ha partorito una non-decisione in merito al futuro dell'allenatore. Una scelta che ha stupito un po' tutti. Dopo quanto fatto ai Mondiali le strade dell'AFA e di Jorge Sampaoli sembravano doversi dividere, ma le alternative all'ex allenatore del Cile non c'erano (Maradona si ere disposto ad allenare gratuitamente la nazionale) e soprattutto c'era una clausola di uscita anticipata troppo alta da corrispondere al tecnico.

Argentina, Sampaoli resta ct: mancanza di alternative e clausola alta

I motivi che hanno spinto l'AFA a confermare il ct, dunque, sembrano essere economici. L'indiscrezione arriva dal quotidiano argentino Olè secondo cui al momento la Federcalcio non ha alternative valide che possano sostituirlo e soprattutto non ha intenzione di corrispondere all'argentino l'intera clausola di uscita anticipata prevista dal contratto in scadenza nel 2022.

L'ammontare della cifra da pagare al ct è di circa 8 milioni di dollari, pari a quasi 7 milioni di euro, troppo alta per le casse della Federcalcio argentina. Un'altra causa che avrebbe spinto l'AFA a continuare con Sampaoli è che il ct era oggetto di interesse di altre nazionali, tra queste Stati Uniti, che non si erano qualificati ai Mondiali, Costa Rica e Messico che dovrebbe rimanere senza allenatore dato che Juan Carlos Osorio sembra vicino all'addio.

E ora? Nonostante un girone di qualificazione del Mondiale vissuto sul filo del rasoio, una qualificazione agli ottavi di Russia 2018 raggiunta solo all'ultimo turno e l'eliminazione per mano della Francia, Jorge Sampaoli guiderà l' Under 20 nel torneo dell'Alcudia che partirà a fine mese per poi concentrarsi su un nuovo progetto tecnico per l'Albiceleste. Nel nuovo corso sicuramente non ci saranno Mascherano e Biglia che hanno annunciato l'addio, mentre non è ancora chiaro cosa farà Leo Messi. Dubbi e tante incertezze: l'Argentina ripartirà, dopo i Mondiali, da Sampaoli e dalla sua voglia di rivalsa, salvo clamorose sorprese.

Vota anche tu!

Argentina, giusto tenere Jorge Sampaoli?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.