Mondiali, Premier League top-campionato: 41 calciatori in semifinale

In Inghilterra l'intera la rosa di Southgate: è l'unica con almeno un giocatore in ogni Nazionale ancora in corsa. Seconde Liga e Ligue 1, Serie A davanti alla Bundesliga.

255 condivisioni 0 commenti

di

Share

Doveroso iniziare con una premessa: è chiaro, la Premier League è avvantaggiata rispetto agli altri top-campionati europei (Liga, Serie A, Ligue 1 e Bundesliga) visto che c’è ancora l’Inghilterra in corsa per la vittoria finale. Però lo stesso lo si potrebbe dire della Francia: eppure gli uomini di Deschamps contribuiscono poco a valorizzare il “proprio” Paese.

Per arrivare al punto: la Premier League è il campionato migliore - ci fosse mai stato il dubbio - dei Mondiali 2018. O almeno quello che si è messo in mostra con il maggior numero di rappresentanti. Sono arrivati in semifinale ben 41 calciatori che militano in Inghilterra

Seconde, a pari merito e con 12 elementi ciascuna, la Liga e la Ligue 1. Beh sì, qui i Bleus hanno fatto la differenza per raggiungere almeno il podio. E la nostra Serie A? Comunque quarta davanti alla Bundesliga: 9 “italiani” contro 6 “tedeschi”. Un risultato neanche troppo accio, considerando l’eliminazione di Buffon e compagni prima ancora di partecipare. Insomma, senza la Nazionale di Ventura tra le 32 non avevamo troppe speranze di arrivare davanti agli altri campionati. 

Mondiali, Premier League top-campionato: 41 calciatori in semifinale

Premier League

Harry KaneGetty Images
Harry Kane, quasi 25 anni, è il capocannoniere del Mondiale con 6 gol

C’è un dato che è straordinario (nel senso che è una rarità ai Mondiali) e che quindi bisogna sottolineare: l’intera rosa di Southgate ha disputato l’ultima stagione in Premier League. 23 inglesi su 23 che giocano in Inghilterra. E quindi è l’unica ad avere almeno un rappresentante per ogni Nazionale qualificata (in questo però deve ringraziare Lovren). Mica male per il movimento. Soprattutto se si analizzano anche i rosters delle altre tre: Croazia, Belgio e Francia. E pure quasi tutti i migliori calciatori delle avversarie militano in Premier League. Un esempio lampante: Pogba e Kanté, oppure De Bruyne, Hazard e Lukaku. Bastano?

INGHILTERRA (23): Butland, Pikford, Pope, Cahill, Walker, Trippier, Stones, Maguire, Jones, Rose, Young, Alexander-Arnold, Henderson, Dier, Delph, Loftus-Cheek, Alli, Lingard, Sterling, Kane, Vardy, Wellbeck, Rashford. 

CROAZIA (1): Lovren. 

FRANCIA (5): Lloris, Mendy, Pogba, Kanté, Giroud. 

BELGIO (12): Courtois, Mignolet, Alderweireld, Kompany, Vertonghen, Chadli, De Bruyne, Dembele, Fellaini, Batshuayi,  Hazard, Lukaku.

Totale: 41

Liga

Luka ModricGetty Images
Luka Modric, 32 anni, è arrivato in semifinale con la Crozia piegando ai rigori la Danimarca e la Russia

Il campionato spagnolo risponde con i più forti della Croazia. In Liga ci sono Modric, Rakitic e Kovacic. Con la Francia invece Umtiti, Varane e Griezmann. Qui si paga pesantemente l’ottavo di finale perso ai rigori con la Russia dalla Spagna: Sergio Ramos, Piqué, Isco, Iniesta, Diego Costa, eccetera eccetera, e ancora eccetera... avrebbero dato una grossa mano. Però il calcolo si fa sulle semifinaliste, non sui “se”. Quindi tant’è...

CROZIA (4): Vrsaljko, Modric, Rakitic, Kovavic. 

FRANCIA (6): Umtiti, Varane, Lucas Hernandez, Nzonzi, Griezmann, Dembelé. 

BELGIO (2): Vermaelen, Januzaj.

Totale: 12

Ligue 1

Kylian MbappéGetty Images
Kylian Mbappé, 19 anni, ha trascinato la Francia soprattutto agli ottavi con l'Argentina

I Bleus, come dicevamo prima, portano almeno sul podio un campionato che comunque - a parte il Paris Saint Germain - non dispone di squadre eccezionali, anzi. Anche la Ligue 1 ha 12 calciatori tra le prime quattro dei Mondiali 2018. Un croato, nove francesi e due belgi. Sembra una barzelletta e invece è così. Ce l'avessero detto qualche anno fa ci saremmo comunque messi a ridere...

CROAZIA (1): Subasic.

FRANCIA (9): Mandanda, Areola, Sidibé, Kimpembe, Rami, Mbappé, Thauvin, Fekir, Lemar.

BELGIO (2): Meunier, Tielemans.

Totale: 12

Serie A

Mario Mandzukic e Ivan PerisicGetty Images
Mario Mandzukic e Ivan Perisic, rivali in Serie A ma compagni in Nazionale

Eccola, finalmente. Dietro a Premier, Liga e Ligue 1, ma davanti alla Bundesliga. Nonostante la Nazionale azzurra sia riuscita a fare peggio rispetto a una Germania in crisi, fuori già alla fase a gironi. Ci pensa quasi esclusivamente la Croazia e farci salire al quarto gradino nella speciale classifica. Avesse passato il turno la Russia nei quarti, il conto sarebbe stato drammatico. Neanche un inglese, ovvio, ma pure solo un francese (lo juventino Matuidi) e un belga (il napoletano Mertens).

CROAZIA (7): Strinic, Brozovic, Badelj, Mandzukic, Perisic, Kalinic, Pjaca.

FRANCIA (1): Matuidi.

BELGIO (1): Mertens.

Totale: 9

Bundesliga

Corentin TolissoGetty Images
Corentin Tolisso, 23 anni, passato dal Lione al Bayern Monaco nel 2017

La Bundesliga chiude la graduatoria dei cinque top-club europei con 6 giocatori. Un riscontro negativo, che andrà analizzato nel tentativo di rilanciare il calcio tedesco. Che in semifinale potrà mettere in mostra (forse) i croati Jedvaj, Rebic e Kramaric, oltre che a due francesi (Pavard e Tolisso) e un belga (Casteels).

CROAZIA (3): Jedvaj, Rebic, Kramaric.

FRANCIA (2): Pavard, Tolisso.

BELGIO (1): Casteels

Totale: 6

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.