Thailandia, salvati i primi quattro ragazzi: operazioni sospese 10 ore

Sono iniziate questa mattina le operazioni di salvataggio che hanno visto coinvolti circa 90 sub tra thailandesi e stranieri. Il Governatore: "Ci prepariamo a salvare gli altri".

350 condivisioni 0 commenti

di

Share

Salvare i giovani calciatori e il loro allenatore grazie all'intervento dei sub. I primi quattro ragazzi ce l'hanno fatta: sono usciti e sono stati trasportati all'ospedale Prachanukroh di Chiang Rai. Stanno tutti bene, ma passerà qualche ora prima che possano ricongiungersi alle loro famiglie. L'obiettivo è quello di evitare possibili infezioni.

Sono iniziate questa mattina alle 10 (le 5 in Italia) le operazioni per portare al sicuro i bambini dalla grotta di Tham Luang in Thailandia. Che hanno visto coinvolti 90 sub, di cui 50 stranieri e 5 Navy Seal thailandesi: un'alleanza preziosa testimoniata anche attraverso una foto destinata a diventare un'icona del salvataggio.

Nonostante si stia cercando di portare tutti in salvo, le operazioni sono molto complesse a causa del percorso pieno di ostacoli. Il punto più difficile del tragitto è lungo il cunicolo che va dalla ex Pattaya beach (il rifugio dei ragazzi) alla cosidetta 'Camera 3', la base dei soccorritori, che dista altri tre chilometri e mezzo dall'ingresso della grotta. Ad attendere i ragazzi sono già pronte le ambulanze. 

Thailandia, salvati i primi quattro. Ma le operazioni sono sospese

Il governatore Narongsak Osatanakorn non ha divulgato i nomi dei quattro ragazzi. Anche se ci hanno pensato i media locali svelando come i primi due, Prajack Sutham e Nattawut Takamsai (entrambi quattordicenni), siano stati tratti in salvo rispettivamente alle 5.40 e 5.50. Dopo aver svolto i primi controlli, i giovani calciatori sono stati trasportati in elicottero a Chiang Rai, sempre in Thailandia.

Tutti godono di buone condizioni di salute. Abbiamo dovuto sospendere il nostro lavoro perché nella prima operazione sono state utilizzate quasi tutte le forniture d'ossigeno. Inoltre dobbiamo essere sicuri che le condizioni rimangano stabili anche nelle prossime ore.

Queste le parole del Governatore al termine della giornata. Si è deciso di portare al sicuro le persone più pronte, sia psicologicamente che fisicamente. Bisognerà aspettare domani per capire se si riuscirà a mettere la parola fine sulla vicenda.

Le operazioni sono state interrotte per le prossime 10 ore. La motivazione è da ricondurre alle attrezzature: servirà del tempo per preparare almeno altri due blitz all'interno della grotta per salvare gli altri otto ragazzi e il loro allenatore. L'obiettivo è quello di farli uscire in giornata (la notte in Italia).

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.