Spagna, Hierro si dimette da ct: il mandato è durato meno di un mese

Aveva sostituito Julen Lopetegui a poche ore dall'inizio dei Mondiali, ma l'avventura da commissario tecnico dell'ex difensore del Real Madrid è già finita.

261 condivisioni 0 commenti

di

Share

Neanche un mese, per la precisione 25 giorni. Ecco quanto è durato il mandato di Fernando Hierro nel ruolo di commissario tecnico della Spagna.

Dopo il clamoroso esonero di Julen Lopetegui (a seguito dell'ufficialità del suo prossimo incarico da allenatore del Real Madrid) a poche ore dall'inizio dei Mondiali, il 23 giugno scorso la RFEF aveva infatti scelto il suo direttore sportivo per guidare la Roja nella spedizione nei campionati del Mondo.

Il flop della Spagna e la prematura eliminazione agli ottavi di finale per mano dei padroni di casa della Russia ha portato inevitabilmente all'assunzione di responsabilità del fallimento da parte di Hierro, che proprio oggi ha deciso di rassegnare ufficialmente le sue dimissioni e concludere così il rapporto con la Federcalcio spagnola.

Spagna, Fernando Hierro si dimette da ctGetty Image
Fernando Hierro si dimette da ct della Spagna

Spagna, Hierro si dimette da ct

La leggenda del Real Madrid, infatti, non ha solo abbandonato il ruolo di ct, ma anche quello precedente all'interno dello staff della Nazionale. Il motivo lo ha spiegato in una nota la stessa RFEF, in cui viene evidenziato come Hierro sia "intenzionato a esplorare nuovi orizzonti e affrontare nuove sfide professionali".

L'ex difensore delle Merengues chiude così la sua avventura (concentrata nei Mondiali) da "imbattuto" con 3 pareggi (uno dei quali ha portato il successo della Russia ai calci di rigore) e una vittoria. E adesso, a neanche un mese di distanza dall'ultima volta, la Spagna dovrà trovare di nuovo un commissario tecnico.

Questa volta però avrà certamente più tempo rispetto allo scorso 13 giugno e, altrettanto sicuramente, il rapporto si è chiuso in maniera meno traumatica rispetto a Lopetegui, come si evince dai saluti pubblicati nella nota della Federcalcio spagnola, che elogia i "valori professionali e umani di uno straordinario sportivo al quale augura le migliori fortune".

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.