Siviglia: no alla finale unica di Supercoppa di Spagna a Tangeri

Il club ha deciso di non aderire alla proposta di finale unica contro il Barcellona: "Abbiamo un impegno con i nostri tifosi". Deciderà il Consiglio Superiore dello Sport.

584 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il Siviglia è reduce da una stagione di grandi cambiamenti. Tutto è partito dal clamoroso addio di Monchi, il direttore sportivo che del club andaluso era volto, braccio e soprattutto anima, uno che conosce il calcio e i calciatori come pochi.

Uno capace di scovare talenti ancora inespressi ma anche di restituire stimoli a chi pareva aver ormai dato tutto. Il suo passaggio alla Roma aveva privato lo scacchiere andaluso di una pedina fondamentale, sotto la cui guida erano arrivate fra l'altro 2 Coppa Uefa, 3 Europa League e 1 Supercoppa Uefa. 

Un disagio cui ha pagato dazio anche la panchina, dove si sono avvicendati ben tre tecnici, da Berizzo a Montella a Caparros. L'ex milanista è stato esonerato a quattro partite dalla fine: nonostante avesse portato la squadra ai quarti della Champions League eliminando il Manchester United, ha scontato il basso rendimento in Liga e l'onta della manita subita dal Barcellona nella finale di Copa del Rey.

Siviglia: no alla finale unica di Supercoppa di Spagna a Tangeri

Ora il Siviglia si sta preparando al primo obiettivo della stagione, la finale di Supercoppa di Spagna, alla quale partecipa di diritto come seconda arrivata in Copa del Rey dietro ai catalani, vincitori anche della Liga. Ma da qualche giorno si sta sviluppando un contenzioso intorno alle date della finale, inizialmente annunciata con la formula di andata e ritorno il 5 e il 12 agosto.

SivigliaGetty Images
La finale di Copa del Rey Siviglia-Barcellona

Il problema è che nella notte fra il 4 e il 5 agosto il Barcellona dovrebbe giocare, a Santa Clara contro il Milan, l'ultima amichevole della tournée americana, un impegno che rende improponibile l'andata della finale della Supercoppa. Da qui la proposta di una finale secca, a partita unica da giocare in campo neutro, a Tangeri in Marocco, il giorno 12. 

Il problema degli abbonati

Una soluzione che, però, il Siviglia ha respinto con forza in quanto il club andaluso aveva inserito il match casalingo di Supercoppa fra quelli compresi nell'abbonamento, come ha ricordato il presidente Castro:

Noi intendiamo collaborare, ma abbiamo un impegno con i nostri tifosi, che sono quelli a cui teniamo di più: la partita è inclusa nell'abbonamento e gliela dobbiamo.

La decisione ora spetta al Consiglio Superiore dello Sport.

MontellaGetty Images
Il match costò la panchina a Montella

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.